Cerca

Sei anni dopo

Terremoto L'Aquila, Matteo Renzi: "I soldi ci sono, li spenderemo bene"

Terremoto L'Aquila, Matteo Renzi: "I soldi ci sono, li spenderemo bene"

Un ricordo per i 309 morti, una parola per gli oltre 1.200 feriti e le famiglie ancora senza casa, ma anche la rassicurazione che L'Aquila rinascerà con i soldi che sono stati  trovati e verranno spesi in modo trasparente. Lo garantisce Matteo Renzi in un intervento sulla sua pagina Facebook. "L'Aquila, sei anni dopo. Innanzitutto un pensiero alle 309 vittime, alla loro memoria, ai loro cari. E poi i 1.200 feriti, le migliaia di sfollati, che in quei 23 secondi hanno perso molto di ciò che avevano caro - scrive il premier -. Il compito della Politica però non è solo la giusta e dovuta commemorazione, meno che mai l'esercizio retorico puntuale ad ogni anniversario. Il nostro dovere è dare risposte a lungo attese, fare tutto ciò che è possibile perché L'Aquila torni a vivere".

Tutti i miliardi sul piatto - "Nell'ultimo anno - il primo del nostro governo - abbiamo messo alcuni punti cardine: la certezza e la programmazione di risorse per il medio lungo periodo (5,1 miliardi di euro nella legge di stabilità per il 2015); l'accelerazione - ricorda Renzi - nelle assegnazioni per l'edilizia privata (1,13 miliardi di euro deliberati dal Cipe il 26 febbraio 2014) sulla base di un monitoraggio analitico del fabbisogno, comune per comune". "La ricostruzione pubblica 86 milioni di euro deliberati dal Cipe il 26 febbraio 2014) e il suo prossimo rilancio (con una delibera Cipe  prevista per maggio 2015); la semplificazione - prosegue il presidente del Consiglio - e la tutela della legalità nell'assegnazione e nell'attuazione dei lavori con misure più rigorose contro l'infiltrazione criminale e regole più certe per la semplificazione degli interventi di ricostruzione".

"La natura non si controlla, la politica sì" - "Infine - scrive ancora Renzi - la trasparenza e la  piena informazione dei cittadini, per dare conto a tutti di come si spendono le risorse pubbliche e tra qualche settimana faremo Open data anche su tutti i dati della ricostruzione. Perché non c'è controllo più efficace di quello dell'opinione pubblica. La natura non si può controllare, la politica va controllata centimetro dopo centimetro". "Dopo troppe promesse, siamo finalmente passati all'azione. I soldi adesso ci sono: spenderli bene è un dovere in memoria di chi è morto, ma anche come segno di rispetto per i sopravvissuti che vogliono ancora credere nella cosa pubblica", conclude il presidente del Consiglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GiulianaBaudone

    07 Aprile 2015 - 12:12

    Penoso....perchè invece di scrivere su facebook non è andato in visita all'Aquila?A Firenze lo chiamano il "bombarolo" ed hanno ragione. Proclami, annunci e discorsi in libertà....intanto noi paghiamo più tasse e abbiamo un futuro incerto come chi ci governa. Inoltre questo Signorino non è stato eletto da nessuno e non è facile fidarsi di lui visto come ha trattato Letta.....Già dove sarà...???

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      07 Aprile 2015 - 14:02

      se fosse andato all'Aquila, lo avreste criticato per non essere andato in Emilia, o a Genova; e perché no in Calabria, Campania, Sicilia, Molise?

      Report

      Rispondi

    • bruno osti

      07 Aprile 2015 - 12:12

      questo signorino è stato "eletto" dai Parlamentari (ai quali tu, votandoli, ha dato una delega ad agire per conto tuo) che potevano anche dire di no: il tutto come prevede la nostra Costituzione. Se non la conosci, fattici un ripasso

      Report

      Rispondi

    • bruno osti

      07 Aprile 2015 - 12:12

      quali tasse paghi in più o maggiori di prima, da quando lui è al governo? Io sto risparmiando su IRAP; sto assumendo collaboratori e risparmierò 8.000 euro l'anno in contributi; i miei figli (non miei dipendenti) hanno 80 euro in più al mese dall'anno scorso (960 euro!); mia figlia li ha anche per il neonato; sul gas stiamo risparmiando il 4%; sulle ristrutturazioni di casa avrò il 65% di bonus

      Report

      Rispondi

  • natalimario22

    06 Aprile 2015 - 20:08

    Renzi: "I soldi ci sono,ce li spartiremo bene"

    Report

    Rispondi

  • nicoledark

    06 Aprile 2015 - 18:06

    Certo che i soldi ci sono! Ma non per L'Aquila bensì per foraggiare le infinite di cooperative che ne giovano, come del resto hanno sempre fatto! Questo non è altro che il cancro dell'Italia e mi meraviglio di chi ancora vota a sinistra!

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    06 Aprile 2015 - 17:05

    A che cooperativa sono previsti i lavori e che percentuale avrai tu e tutto il PD ?

    Report

    Rispondi

blog