Cerca

Le reazioni al Def

Finanziaria Renzi, Fassino (Pd) critico. Brunetta: "Racconta balle". Salvini: "Vaffa bugiardo al soldo dell'Ue"

Finanziaria Renzi, Fassino (Pd) critico. Brunetta: "Racconta balle". Salvini: "Vaffa bugiardo al soldo dell'Ue"

La Finanziaria di Matteo Renzi è piaciuta solo al Pd. Anzi, nemmeno a tutti i democratici. E' il sindaco dem di Torino Piero Fassino, per bocca del suo portavoce, ad esprimere il malumore di tutti i Comuni e gli Enti locali sui cui probabilmente peseranno i tagli da 10 miliardi della spending review.  "La violazione del patto di stabilità, a cui si è riferito il presidente del consiglio nel corso della sua odierna conferenza stampa, è stata una scelta non della città metropolitana ma dell'amministrazione provinciale precedente. Semmai la città metropolitana di Torino ne eredita oggi le negative conseguenze, senza peraltro alcuna responsabilità".

Salvini: "Vaffa, bugiardo al soldo di Bruxelles" - Sonoro, e non figurato, il "vaffa" del segretario leghista Matteo Salvini: "Non ci sono tagli o aumenti di tasse. Da quando siamo al governo abbiamo ridotto le tasse - esordisce Salvini citando Renzi -. Mavaffanculo, bugiardo al servizio di Bruxelles. E l'aumento delle tasse sui conti correnti? E sui fondi pensione? E il raddoppio dell'Iva sul pellet da riscaldamento? E l'Imu sui terreni agricoli? E le tasse sulla casa, dal 2011 addirittura triplicate? Dati Istat: nel 2014 pressione fiscale record al 43.5%. Renzi e Alfano - conclude il leghista - a casa! E l'Italia riparte".


Brunetta: "Matteo racconta balle" - "Sulle tasse come sempre Renzi racconta balle - è il giudizio, simile, del forzista Renato Brunetta -. Qualcuno gli ricordi che nel 2014 la pressione fiscale è aumentata di un decimale. Urgente: qualche giornalista presente in sala gli spieghi cos'è la pressione fiscale. Nel 2014 è aumentata. Niente trucchi niente inganni", scrive su Twitter l'ex ministro della Funzione pubblica, secondo cui il premier "prende tutti in giro. Non dice nulla e quel nulla che dice è pura invenzione. Quantitative easing c'est moì... Troppa grazia!". Non manca un appunto al ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan: "In conferenza stampa parla per pochissimi minuti ma non si è sentito nulla. Era lui o il suo fantasma? Matteo Renzi dice di dover scappare. Ma che conferenza stampa è mai questa? Lui non dice e giornalisti non domandano. Tutto finisce in gloria".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciocitato

    ciocitato

    08 Aprile 2015 - 11:11

    Renzi basta STRONZATE gli 80 euro non sono tagli ma bensì un aumento a chi prende 26,000 euro sono serviti per acca pararti la poltrona Invece di tagliare i privilegi stipendi d,oro pensioni dopo anche solo un giorno in parlamento questi e altri privilegi sono tagli. Boldrini che vergogna comperare i frigoriferi per quei mangiapane a tradimento ci sono in italia tantissimi poveri bisognosi

    Report

    Rispondi

  • routier

    08 Aprile 2015 - 08:08

    Risolvere il problema Italia in mezza giornata: alle 8 di mattina dichiariamo guerra alla svizzera. Alle nove l'abbiamo rovinosamente persa. Alle 10 firmiamo la resa senza condizioni. Alle 11 tutti i centri di potere sono in mano elvetica. A mezzogiorno inizia la nuova amministrazione del Paese e gli italici problemi sono risolti con teutonica efficienza AMEN.

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      14 Aprile 2015 - 01:01

      Tutto quello che dici ci stà, ma forse ti sei dimenticato che la Svizzera non non glie ne frega nulla, anzi eviterà la guerra con l'Italia altrimenti tutti i L...i che abbiamo in Italia se li dovrebbero accollare loro di conseguenza penso che nessuna nazione si accollerebbe tutto il m......e che abbiamo e li foraggiamo anche nel votarli in particolar modo gli arroganti e presuntuosi e incapaci.

      Report

      Rispondi

  • filen

    filen

    08 Aprile 2015 - 06:06

    E i giornalisti non domandano mah chissà perché che siano pagati dal nuovo regime?

    Report

    Rispondi

blog