Cerca

Il caso

Fitto-Berlusconi: chi sono i due uomini della lite

Fitto-Berlusconi: chi sono i due uomini della lite

Tutta colpa di una "s", una consonante: perché quadra non è la stessa cosa di squadra. Una consonante basta da sola a mettere a rischio il compromesso che sembrava  faticosamente raggiunto nel centrodestra pugliese. I fittiani sostengono che  l' accordo siglato martedì sera prevedeva l' inserimento nelle liste di FI anche di amministratori e dirigenti del partito che hanno lavorato sul territorio. Come ricorda il Corriere due nomi:  Antonio Maria Gabellone ultimo presidente eletto della Provincia di Lecce, e Francesco Ventola primo e ultimo presidente eletto della Provincia di Barletta-Andria-Trani. I fittiani ritengono che la squadra debba esserci tutta.  I posti sicuri nelle liste sono pochi il commissario di Forza Italia Luigi Vitali riceve moltissime richiesta dai fittiani  "Io ho fatto l' estremo tentativo per ricompattare il centrodestra - spiega Vitali -. Ora sono in attesa di risposte. Prima di tutto aspetto la risposta di Fitto. Che fa, accetta?". Ma che l'aria non è affatto rilassata si capisce in serata quando il  candidato presidente Francesco Schittulli  attacca Forza Italia perché non ha presentato la lista sperata dai fittiani, che comprendesse oltre che i consiglieri regionali uscenti anche i suoi esponenti più forti. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog