Cerca

Il libro con Madron

Bisignani e i segreti di Renzi a Palazzo Chigi: "I tapis roulant, le lampade abbronzanti, le sei camicie bianche al giorno"

Bisignani e i segreti di Renzi a Palazzo Chigi: "I tapis roulant, le lampade abbronzanti, le sei camicie bianche al giorno"

Le manie di Renzi, Salvini e Berlusconi. E' pieno di retroscena I potenti al tempo di Renzi (Chiarelettere, pp. 256, 16 euro) scritto da Paolo Madron e da Luigi Bisignani: il primo fa le domande, il secondo risponde. Pubblichiamo ampi stralci.

Madron: Scusa, ma da uno a cento quanto piace Palazzo Chigi a Matteo Renzi.
Bisignani: Direi mille. Gode da impazzire a essere lì e ormai ne apprezza anche tutte le diavolerie.
Dimmene una.
L’immancabile kevlar quando esce. (...) La coperta antiproiettile, realizzata in una fibra sintetica cinque volte più resistente dell’acciaio, che la guardia del corpo porta sempre con se in una valigetta per avvolgergliela intorno in caso di attentato.
Ma uno non conquista Palazzo Chigi per divertirsi con simili giocattolini. Abbiamo visto che cosa ama davvero fare Renzi.
Quel che ha sempre fatto: piazzare i suoi uomini, distruggere quelli che ritiene suoi avversari e tarpare le ali agli amici che emergono troppo e potrebbero rischiare di fargli ombra.
Che il potere gli piaccia da matti e indubbio. Che sia un innovatore, magari spesso piu nelle parole che nei fatti, altrettanto. 
Innovatore di sicuro. Ora, per esempio, si sta battendo per avere sempre la connessione internet sui voli di Stato, in modo da twittare come Obama.
Be’, mi pare un’esigenza sacrosanta. Lui e il primo premier della storia repubblicana interamente 2.0. Il problema e se e quanto durera. Tu che ne pensi? 
Che avremo a che fare con lui per molto tempo, non foss'altro che per la desolante mancanza di alternative.  
(...) Berlusconi si è sempre vantato di aver fatto grandi lavori a Palazzo Chigi, Monti voleva buttar giù l'appartamento. Renzi, a parte la Sala Boschi, ha toccato poco o nulla. 
È talmente contento di viverci dentro che si e limitato a far portare un tapis roulant, visto che la sicurezza gli vieta di andare a correre, e una lampada abbronzante.
Scusa, ma il rito della lampada non risaliva ai tempi fiorentini? 
(...) Non riesce più a trovare il tempo per andare da Tony, il suo barbiere preferito, come faceva prima, due volte al mese, per sistemarsi i capelli, ma soprattutto per il solarium facciale di 8 minuti. Da perfetto uomo tv, sa che l’abbronzatura lo aiuta a far risaltare le immancabili camicie bianche del suo amico stilista Stefano Ricci. A Palazzo Chigi ne cambia anche sei al giorno, il doppio di quand’era sindaco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antonimo

    26 Giugno 2015 - 18:06

    Renzie è la versione femminile della Moretti, un vanesio cui non sembra vero di farsi fotografare con i potenti della terra. che lo vedono come la parodia dell'americano a roma di alberto sordi.

    Report

    Rispondi

  • pasquino del3mi

    11 Aprile 2015 - 06:06

    MA come si fa, a credere , a mr bean?

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    10 Aprile 2015 - 22:10

    Ma cosa ci si poteva aspettare da un vecchio scout DC transitato nei vari passaggi della sinistra per arrivare al PD ? ASSOLUTAMENTE NIENTE !!!! Soggetto che in questo momento è lì par alcuna contrapposizione ma che da un momento all'altro potrebbe anche sparire con o senza coperta. Q.I. a livello criminale altissimo, a livello generale bassissimo.

    Report

    Rispondi

  • CARLINOB

    10 Aprile 2015 - 14:02

    Un pò stupidello lo si può immaginare . basta seguire come imposta le relazioni governative . ma non pensavo così tanto !!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog