Cerca

Conti azzurri

Forza Italia: in 13 anni è costata 610 milioni di euro

Forza Italia: in 13 anni è costata 610 milioni di euro

La situazione finanziaria di Forza Italia sembra essere al punto più critico e complesso. In 13 anni di vita, fino a che non è diventato premier Enrico Letta - che ha di fatto abolito il finanziamento pubblico ai partiti - il movimento azzurro aveva incassato circa 610 milioni di euro. Di questi 494 milioni dalle sole casse dello Stato, 53 milioni da donazioni private, 48 da donazioni private e 15 da solo Silvio Berlusconi, con l'assegno staccato nel 2013 come riporta il Fatto quotidiano nella prima parte di un'inchiesta sul bilancio forzista.

I debiti - Quando è stata scelta da Daniela Santanché la nuova sede nazionale nel lussuosissimo palazzo in piazza San Lorenzo in Lucina, praticamente in via del Corso a due passi da palazzo Chigi, l'idea era quella di rilanciare il partito, ripartire con un'immagine fresca e vigorosa. Oggi però ci sono bollette non pagate, creditori che bussano alla porta, dipendenti in mobilità e sedi regionali ormai chiuse. Berlusconi ha dovuto di nuovo mettere le mani nelle proprie tasche per ripianare i debiti. Ma stavolta l'assegno, per quanto sostanzioso - circa 90 milioni di euro - non è bastato perché ci sono ancora 68 milioni da saldare, senza dimenticare i prestiti bancari ottenuti sempre con la garanzia del Cavaliere che lievitano di 500 mila euro a trimestre.

Lo sfratto - Ora però Berlusconi poco può e vuole fare per salvare la bottega. Aleggia lo spettro dello sfratto e sarà dura esorcizzarlo, visto che tra le novità della legge sul finanziamento ai partiti c'è il divieto dei contributi personali superiori ai 100 mila euro. I conti poi difficilmente torneranno finché parlamentari nazionali ed europei non decideranno di versare la quota mensile di 800 euro a cranio. Sull'argomento i parlamentari azzurri sono sempre stati molto uniti, sembra infatti che non pagasse nessuno, sia che fossero verdiniani che fittiani. E peggio va dal tesseramento che ha fruttato 1 milione e mezzo o il 2x1000 che non è andato oltre i 25 mila euro.

Le falle - Dove sono andati a finire quei 610 milioni di euro accumulati in quasi tre lustri di vita del partito è presto detto. Ben 30 milioni sono stati dilapidati per la Tv della Libertà, fortemente voluta da Michela Brambilla come strumento di propaganda politica. Il Fatto racconta lo sfarzo con cui furono arredati gli studi e gli uffici di una realtà televisiva che è rimasta nella memoria dei soliti addetti ai lavori della politica. Ci sono state poi le spese per le campagne elettorali, di cui ha goduto per milioni di euro la Cipidue dell'amico storico del Cavaliere Gianni Comoli. E c'è chi racconta come una specie di idrovora di soldi un altro collaboratore di Forza Italia reclutato sin dalla discesa in campo del 1994. L'ex cameraman di Canale5 Roberto Gasparotti, coadiuvato da Giorgio Medail e Gigi Moncalvo, è passato dalla regia assoluta di spot e filmati ormai famosissimi di Berlusconi, fino all'organizzazione dei comizi e convention. Secondo un parlamentare forzista sentito dal Fatto, Gasparotti aveva ormai un potere incredibile con un fondo cassa senza fondo: "Anche se non era necessario, anche se costava cifre improbabili. Non importava decideva lui". E chissà a quanto ammontano i conti sempre aperti in diversi locali del centro di Roma, dove parlamentari e collaboratori del partito potevano cenare e far cenare chiunque. A tutto questo vanno aggiunti i rimborsi extra-ristorazione senza un vero controllo, nei quali si faceva rientrare qualsiasi spostamento in macchina con pagamento in benzina, anche per utilitarie con il gpl. Insomma si faceva la cresta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • irurus

    29 Ottobre 2015 - 20:08

    Fanno debiti nella loro casa e poi non votano le leggi, riduzione imu e 3000 euri in contanti, che dicono che Renzi abbia copiato perchè lo fa in deficit spending! Minchia che contraddizione!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    29 Ottobre 2015 - 20:08

    Alla fondazione del partito, si è visto che era la gallina dalle uova d'oro. Deputati, senatori, amici, , club, sedi: tanti soldi intasacati. Idee: zero. Progetti 0,0. Oggi paghbiamo tutti una grande abbuffata e un bluff di un incapace..condannato.

    Report

    Rispondi

  • pino&pino

    11 Maggio 2015 - 22:10

    Forza Italia: in 13 anni è costata 610 milioni. A chi?

    Report

    Rispondi

  • augusto.mursia

    15 Aprile 2015 - 10:10

    ben gli sta è caduto dio in terra, ca niscuno e fesso specie i suoi magna magna

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog