Cerca

L'incontro a Cremona

Boschi e Bersani, sfida a cena sull'Italicum

Boschi e Bersani, sfida a cena sull'Italicum

A cena a Cremona arrivano tutti e due: Pier Luigi Bersani e Maria Elena Boschi. Lui da solo e mani in tasca, lei sorridente, riporta il Corriere della Sera. Bersani esordisce: "Idea simpatica, non frequente", lei sorride: "Alla fine questo partito trova sempre una sua unità". Il Pd in questi giorni è lacerato e la ragione dello scontro è la legge elettorale. Così, mentre al tavolo con altre duecento persone si mangiano crespelle al radicchio e il clima è di festa, l'ex segretario è tutt'altro che allegro: "Qui si tratta di democrazia, del futuro dei nostri figli, mica di noccioline: non sono nelle condizioni di votare un testo così". La Boschi, da parte sua, insiste: "Alcune proposte della minoranza sono state accolte: il tempo della discussione è finito, ora è il momento della decisione e mi aspetto lealtà rispetto a ciò che decideremo nei gruppi parlamentari".

La divisione è netta: Bersani parla solo del Partito democratico, il ministro di quanto ha fatto il governo. Il primo si rivolge ai commensali della sua età: "Riconosco a Renzi di aver allargato il campo, ma non perdiamo le radici, per carità" e si becca gli applausi, la Boschi elogia l'esecutivo: "Siamo il Pd che riduce le tasse, aiuta i meno abbienti, grazie al quale le persone della mia età ora hanno un contratto a tempo indeterminato". Altro applauso.

Come nota un militante "non è la serata per scannarsi" ma la mediazione sull'Italicum sembra impossibile. "Io resto ottimista", commenta la Boschi, "si può trovare ancora una convergenza". Ed è a Bersani che si guarda. E' lui l'ultimo ponte con la minoranza anche se l'ex segretario è preoccupato: "Qui si parla di argomenti di rilevanza costituzionale con una tale leggerezza… mi riferisco a tutti, eh, la politica, la stampa". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pastello

    11 Aprile 2015 - 17:05

    La boschi è un nuovo prodotto della politica, ha raccolto in sé i peggiori difetti dei democristiani e dei comunisti. Peggio di cosi si muore.

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    11 Aprile 2015 - 11:11

    Il pd che riduce le tasse? Sono talmente abituati a raccontare palle che ci credono pure loro

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    11 Aprile 2015 - 09:09

    anche maria elena sa mentire , le tasse non sono diminuite , chiedere agli italiani che poi ti faranno una pernacchia se no peggio . tu hai un contratto coi fiocchi , ma secondo l-istat i giovani disoccupati sono aumentati . tu fai farte del governo che conta balleeeeeee

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      11 Aprile 2015 - 15:03

      io sto pagando meno IRAP e meno costi energetici; pagherò meno contributi coi nuovi assunti, per tre anni. Figli e nipoti, non miei dipendenti, su uno stipendio medio di 1.500 ne pagavano circa 300; ne rimanevano 1.200: con gli 80 euro rimborsati ne rimangono 1.280; la figlia e la nipote si prendono anche quelli per il neonato, così ne rimangono a loro 1.360. A tutti noi hanno ridotto le tasse

      Report

      Rispondi

      • TOCAI

        11 Aprile 2015 - 18:06

        E la IMU, la Tasi, la Tari sono diminuite ?

        Report

        Rispondi

blog