Cerca

Stop del Carroccio

La Lega: "No alla Poli Bortone candidata in Puglia"

La Lega: "No alla Poli Bortone candidata in Puglia"

neanche il tempo di farne il nome, che la candidatura offerta per le regionali in Puglia da Forza Italia ad Adriana Poli Bortone incontra già uno stop: è quello che arriva dalla Lega Nord, che sta lavorando in queste ore proprio a un accordo con gli azzurri in Puglia. Il "no" alla Poli Bortone arriva dal vicecapogruppo del Carroccio al Senato, Raffaele Volpi: "Stiamo lavorando a un accordo con Forza  Italia. Con Luigi Vitali ci siamo sentiti più volte. Se ci dovesse essere un accordo, naturalmente deve esserci una condivisione sul nome del candidato presidente. Nel caso, non riterremo opportuno vedere  persone che abbiano una storia troppo lunga alle spalle. Non penso che il nome della Poli Bortone possa essere il più adeguato in questo  momento in cui si parla di nuovo" ha spiegato Volpi, il quale poi ha speso due parole anche sull'accordo Forza Italia-Lega in Puglia: "In questo momento l’accordo ancora non c’è  ma prevedo tempi brevi. In ogni caso verrà chiuso da  Berlusconi e Salvini".

"Nel centrodestra c’è abbastanza confusione. Noi stiamo guardando al nostro progetto in attesa che finisca la confusione e poi penso che l’accordo con Forza Italia per provare a mandare a casa Vendola e i suoi amici ci sarà" si è limitato a dire il leader leghista Matteo Salvini ai microfoni del Gr Rai.

Da parte sua, la Meloni ha spiegato che "per noi di Fratelli d’Italia la priorità è battere la sinistra, in Puglia come altrove. Stiamo provando a  scongiurare la frattura della coalizione e a mantenere l’impegno ad  appoggiare Schittulli uniti contro Emiliano ma assistiamo da più parti ad un gioco che finisce col favorire solo la sinistra. La proposta di Forza Italia di candidare a presidente una nostra storica e apprezzata esponente di vertice quale è Adriana Poli Bortone è per noi motivo di orgoglio ma avrebbe significato, in coerenza con la nostra impostazione, solo se servisse a unificare tutta la coalizione, nessuno escluso e a rafforzare le prospettive di vittoria. In caso contrario se finisse con l’essere ulteriore motivo di divisione e di percorso a perdere - dichiara Meloni - non sarebbe per noi possibile aderire a questa ipotesi. E credo, avendola ovviamente sentita, non sarebbe neanche dignitoso proporlo ad Adriana che già in
passato si è sacrificata senza il dovuto riconoscimento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nughesalvan48

    27 Maggio 2015 - 17:05

    IO CREDO CHE LEGA E FDI E BERLUSCONI DOVREBBERO METTERSI D'ACCORDO E CANDIDARE UN HO UNA SE VOGLIONO VINCERE IN PUGLIA,PERCHE E UNA TERRA DIFFICCILE E SONO LEGATI ALLA SINISTRA,E SARA DURA,LA GENTE E STA ABITUATA A ESSERE ASSISTITA,E LA MAGGIOR SONO BOCCALONI.IO FACCIO GLI AUGURI ALLA DESTRA,CON SALVINI,BERLUSCONI E MELONI,SONO GLI UNICI CHE CI POSSONO SALVARE.

    Report

    Rispondi

  • framan70

    11 Aprile 2015 - 19:07

    Con un buon candidato e liste di persone nuove e in gamba, Noi con Salvini in Puglia può arrivare all'8% senza problemi. La gente è più incazzata e meno stupida di quanto opinionisti prezzolati, politicanti da operetta e mantenuti con i soldi pubblici pensino.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    11 Aprile 2015 - 18:06

    con chi e come si coalizzerà la lega in Puglia il risultato non potrà essere proiettato a livello nazionale non sarebbe veritiero.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    11 Aprile 2015 - 16:04

    ..presentatevi da soli e pesatevi in campo nazionale!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog