Cerca

Botta e risposta

Berlusconi: Giannino si ritiri
Oscar: ti faremo perdere

Il Cavaliere manda ripetuti messaggi al leader di Fare per fermare il declino ma lui risponde picche

Silvio Berlusconi e Oscar Giannino

Silvio e Oscar. Un continuo botta e risposta. Con l'ex premier che dal 31 gennaio rivolge, sempre più insistentemente, un invito al lieader di Fare per Fermare il declino a ritirare la sua lista in quanto "i suoi punti sono già presenti nel nostro vasto programma".Un concetto che ha ripetuto anche in un'intervista a Radio Montecarlo ha insistito: "Un voto dato a Oscar Giannino è un voto al vento, un voto alla sinistra". E in serata nell'intervista a Ballarò è tornato sul concetto di evitare i voti ai piccoli partiti rinnovando l'invito per Giannino. La il leader di Fare per fermare il delicno replica chiaramente: "Lo faremo perdere". E ancora: "Visto che da tre giorni Silvio Berlusconi dice in giro di non votare Fermare il Declino perchè così si contribuisce a far perdere Roberto Maroni, io rispondo che sono onorato di contribuire alla sconfitta elettorale di Maroni e Berlusconi". 

Botta e risposta  E poi: "Si ritiri lui, che è alla sesta volta".Così Oscar Giannino rincara la dose_ "Berlusconi è da tre giorni che mi rivolge di tutto cuore un appello dove mi dice: ritirati, il tuo voto è inutile ma mi fa perdere, a cominciare dalla Lombardia. Se davvero il voto a noi fosse così inutile, certo non varrebbe la pena di ripetere cotanto mantra ogni dodici ore. Evidentemente in questo appello così sistematico c'è la ragione profonda del nostro voto, perché il timore fondato del capo della coalizione di centrodestra è che lo facciamo perdere, a partire dalla Lombardia". Si ritiri lui, che è alla sesta volta"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lberti

    09 Febbraio 2013 - 10:10

    Certo, il voto a Giannino non è alcuna garanzia. Ma chi si fida, oggi dei soliti (ig)noti? Tutti hanno già dato. Ingroia non ha basi economiche serie (tasse a parte). I professori han fatto una fine politica per essere rieletti (facendoci rimettere il k..o): ora dicono che si possono abbassare le tasse. Almeno se lui non va, ricade il governo (che novità?) e potremo dire di averci provato. In più, avremo la prova provata che un giornalista non può seriamente fare il politico. Ma è sempre possibile tutto il contrario: perché non provare?

    Report

    Rispondi

  • pascalU4

    07 Febbraio 2013 - 14:02

    A volte ti riesce di incantare qualcuno con la professionalità acquisita. Nel nostro caso assistiamo a un uomo che fino a ieri dettava le regole per il progresso economico-finanziario, oggi ci troviamo un bellimbusto di altri tempi, quasi una macchietta, non si può nascondere che è un personaggio sui generis e oltre tutto gracida, gracida come un ranocchio.

    Report

    Rispondi

  • al59ma63

    07 Febbraio 2013 - 11:11

    La tua lista non serve a nulla.

    Report

    Rispondi

  • rocchetti44

    07 Febbraio 2013 - 00:12

    Ho sentito le proposte di Giannino,i suoi 10 punti programmatici li condivido, a questo punto proporrei a Berlusconi di affidare a Oscar il ministero dell'economia dandogli anche carta bianca.Secondo me farebbe bene, anche meglio di Tremonti, e penso che davanti ad una offerta del genere non potrebbe fare altro che accettare(se è in buona fede e vuole veramente aiutare l'Italia).Certo andrebbe sostenuto ed aiutato ad azzerare tutta l'alta dirigenza statale inamovibile e burocratizzata che da sempre si oppone a qualsiasi cambiamento.C'è da fare una riforma che produca un cambiamento epocale.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog