Cerca

Lettera aperta a Forza Italia

La Sardone: "Spettacolo desolante, noi trentenni dobbiamo salvare FI"

Egregio Direttore,

lo spettacolo offerto da Forza Italia è oggettivamente, purtroppo, desolante: una continua serie di litigi, di scontri tra dirigenti, di lotte di posizione tra correnti. Nella prospettiva delle prossime Regionali è incredibile che i principali esponenti del partito non riescano a porre da parte le pretese personali per privilegiare l’unità e soprattutto argomenti validi per opporsi a Renzi. In questo panorama negativo risulta francamente incredibile l’ostinata opposizione di gran parte della dirigenza di Forza Italia alla necessità evidente di un rinnovamento per il rilancio del partito.

Prendo atto che, invece di concentrarsi sulle difficoltà di Forza Italia trovando delle soluzioni, ci si affanni a soffocare le nuove energie e si vada contro qualsiasi iniziativa coraggiosa per il ricambio nel nostro movimento. Il partito si allontana dalle piazze, regala autostrade alla Lega e non si concentra affatto sui nostri temi come lavoro, sicurezza e tasse. Le idee vengono nascoste dalle polemiche e accantonate per dare addosso a chi tenta di «svegliare» la nostra dirigenza. I mestieranti della politica sono diventati una costante, in un partito che era nato proprio per combatterli. Il merito e la militanza non sono, da tempo, caratteristiche sfruttate per la Forza Italia del futuro.

È patetico questo atteggiamento di chiusura ed è un grave deterrente nei confronti dei tanti giovani di centrodestra che vorrebbero far qualcosa e invece sono scoraggiati sul nascere. Dicono «aspettate il vostro momento», un momento che non arriva mai. Sul territorio rimangono i tanti e bravi amministratori locali che si impegnano quotidianamente per rispondere alle esigenze dei cittadini. Disorientati, inascoltati.  Dire quello che si pensa non dovrebbe essere una colpa e nemmeno avere l’onestà di denunciare l’evidente scollamento dalla realtà di coloro che dopo aver servito il Paese, oggi dopo decenni di Parlamento pensano solo a servire sè stessi.

Chi ha 30-40 anni non dovrebbe perdere tempo e dovrebbe imporre il cambiamento, se ha intenzione di partecipare da protagonista al centrodestra del futuro. Berlusconi ha lanciato in queste settimane il tema del rinnovamento, l’urgenza è sotto gli occhi di tutti. Rivendico la scelta di parlare con onestà della situazione del partito, ribadisco la necessità di una svolta vera, chiedo ai tanti giovani del mio partito di non affogare nella rassegnazione. Sono una semplice militante e condivido i pensieri di tanti attivisti ormai delusi. Non possiamo far finire una grande storia senza intervenire.

Silvia Sardone (militante di Forza Italia)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tingen

    14 Aprile 2015 - 20:08

    Sardone dice le stesse cose di Fitto, rischia di essere espulsa anche lei.

    Report

    Rispondi

  • marcomasiero

    14 Aprile 2015 - 19:07

    ve la siete cercata ! ora chi è a destra per davvero NON vi voterà mai più ! io in primis !!!

    Report

    Rispondi

  • VolpePasini

    14 Aprile 2015 - 18:06

    vabbè.....stesse cose dette da tutti negli ultimi 3/5 anni, ma Cattaneo lo hanno già segato o si è omologato?

    Report

    Rispondi

  • paolo44

    14 Aprile 2015 - 18:06

    D'accordo, bisogna aver il coraggio di ripartire da zero. Non ricandidare NESSUNO a tutti i livelli. Basta con i parlamentari, consiglieri regionali, consiglieri comunali a vita. Dopo due mandati stop. I mandarini tipo Matteoli , a CASA Ormai la mafia delle preferenze e degli inciuci ha trionfato dovunque, a tutti i livelli. E l'inciucio col PD e SEL è prassi corrente, per chi non l'avesse capito

    Report

    Rispondi

blog