Cerca

La sfida

Matteo Renzi: "Italicum, se martedì non passa il governo va a casa"

Matteo Renzi

"Martedì il governo deciderà se porre la questione di fiducia per l’approvazione della legge elettorale", ha esordito Matteo Renzi con Lilli Gruber, conduttrice del programma Otto e mezzo. "Se l’Italicum non passa - ha aggiunto - il governo cadrà. Io non sono qui per stare con le terga attaccate alla poltrona. I signori del Parlamento hanno l’occasione di mandarmi a casa. Lo facciano", ha sfidato l'aula l'uomo da Rignano sull'Arno. Alla Gruber che gli chiedeva le sue previsioni riguardo al voto in Parlamento, Renzi ha spiegato: "Credo che faranno passare la legge. Sta in un pacchetto di proposte che abbiamo avanzato in varie occasioni e discusso. Altrimenti che si fa, facciamo finta di niente? Possono mandarmi a casa, ma non fermarmi". Il premier ha detto inoltre di non credere che "il Pd si spaccherà, abbiamo detto che si rispetta il volere della maggioranza. Democrazia è dove si vota e si decide a maggioranza, se no si chiamerebbe anarchia". Le parole di Renzi sono arrivate poco dopo l'ultimo durissimo attacco di Massimo D'Alema, che da Padova ha spiegato che Renzi "dovrebbe preoccuparsi di governare e non della legge elettorale, che non gli compete". E ancora: "Credo che il Parlamento abbia diritto di approvare la legge elettorale liberamente, votando e mi pare che il testo sostenuto dal governo sia meritevole di miglioramenti. D’altro canto - ha aggiunto D’Alema - questi miglioramenti sono stati proposti". La legge elettorale, ha concluso D’Alema, "è materia squisitamente parlamentare: il governo dovrebbe occuparsi di governare, di lavoro, di affrontare le emergenze internazionali e lasciare che il Parlamento discuta liberamente delle leggi. Questa sarebbe la normalità democratica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    26 Aprile 2015 - 07:07

    Se lo augurano in molti che lui ed il suo governo inutile composto da inutili si tolga di torno alla svelta. In 12 mesi penso abbia intascato abbastanza per il reso della sua vita. In fondo questo era lo scopo vero.

    Report

    Rispondi

  • leolucalabozzet

    25 Aprile 2015 - 13:01

    Mentre gli italiani soffrono per tanti problemi irrisolti, Renzi che fa? Minaccia di andarsene se la SUA legge elettorale, di cui importa niente a nessuno se non a lui, non sarà approvata! L’Italicum rentianum gli vale una crisi o è solo arroganza? Ben venga comunque la crisi, se serve a far andare via un Premier disastroso non legittimato dal voto, cosi come l' illegittimo parlamento !

    Report

    Rispondi

  • marino43

    25 Aprile 2015 - 10:10

    Speriamo! Così si fa alle urne con il consultello, l'ex condannato non ha l'agibilità per essere eletto e allora ne vedremmo delle belle! Ahahahahaha.....ahahahahah.... Coraggio minoranza...avnti tutta...abbiate il coraggio!

    Report

    Rispondi

  • marino43

    25 Aprile 2015 - 10:10

    Speriamo! Così si fa alle urne con il consultello, l'ex condannato non ha l'agibilità per essere eletto e allora ne vedremmo delle belle! Ahahahahaha.....ahahahahah.... Coraggio minoranza...avnti tutta...abbiate il coraggio!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog