Cerca

La bagarre

Italicum, la reazione furiosa delle opposizioni al voto di fiducia, Renato Brunetta: "No al fascismo renziano"

Italicum, la reazione furiosa delle opposizioni al voto di fiducia, Renato Brunetta: "No al fascismo renziano"

La notizia del voto di fiducia previsto sull'Italicum da parte del governo ha scatenato la bagarre da parte di tutti i gruppo di opposizione. Già all'annuncio di Maria Elena Boschi alla Camera, l'aula ha risposto con un boato di proteste. Poi è arrivato l'intervento furioso del capogruppo di Forza Italia Renato Brunetta: "Non consentiremo che quest’Aula diventi un bivacco di renziani... Mi meragviglio che quel che rimane del Pd possa accettare un comportamento di questo tipo. Non c’era ostruzionismo, non c’era un numero esorbitante di emendamenti, perché mettere la fiducia? Non consentiremo il fascismo renziano, non lo consentiremo!". Che Renzi volesse imporre la fiducia era questione data per certa da diversi parlamentari, come quelli di Sel già pronti alla protesta teatrale con il lancio di crisantemi dai loro banchi. Toni pesantissimi anche nel corridoio del Transatlantico, dove il fittiano Maurizio Bianconi ha urlato: "Maiali e infami. Sono vergognosi!". Sulla stessa lunghezza d'onda i grillini con il capogruppo Fabiana Dadone: "È un atteggiamento da miserabili. Mi chiedo se stasera gli esponenti del governo riusciranno a guardarsi allo specchio".

La reazione - Matteo Renzi si affida ancora una volta a Twitter per rispondere alle proteste della Camera. Nel tweet Renzi ribadisce come l'approvazione dell'Italicum sia strettamente legata al suo governo e così sfida l'aula: "La Camera ha il diritto di mandarmi a casa, se vuole: la fiducia serve a questo. Finché sto qui, provo a cambiare l'Italia"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giannettomanlio

    04 Giugno 2015 - 15:03

    bravo brunetta!!!!!imponiti!!!!!!! gl

    Report

    Rispondi

  • Ben Frank

    Ben Frank

    29 Aprile 2015 - 12:12

    Giusto Brunetta! Rivogliamo i Fascisti quelli veri, con il manganello e l'olio di ricino, che riempiano di mazzate Pinocchio da Firenze e i suoi accoliti e facciano trangugiare alle sue put..nelle di governo e alla Boldrinowa litri d'olio di "quello buono", così si svuotano il cervello e la "cornuta" di Montecitorio non dovrà più fare bi-cyclette in ufficio, per snellire le natiche istituzionali.

    Report

    Rispondi

  • giosuedimonte

    29 Aprile 2015 - 08:08

    Fascisti questi ??? studiate la storia e collocateli in Siberia

    Report

    Rispondi

  • marco53

    29 Aprile 2015 - 01:01

    Già, Renzi vuole andare alle elezioni, facendo il suo partito, il partito della nazione. Dentro ci saranno ballerine, saltimbanchi, nani e Berlusconi vari. Sarà la morte della cultura e dell'intelligenza. Un manipolo di dilettanti allo sbaraglio, comunisti vecchi e nuovi, tassatori e bugiardi di professione, venditori di pentole e piazzisti. Questo partito raccoglierà quasi la metà degli italioti.

    Report

    Rispondi

    • allianz

      01 Agosto 2015 - 11:11

      Intanto sta già pensando di crearsi un bacino elettorale con lo Jus Soli....Ecco come il venditore di cessi sbragati sta cercando di cambiare l'italia.

      Report

      Rispondi

    • alepredo

      29 Aprile 2015 - 12:12

      la morte della cultura??? è una creatura della sinistra. Berlusconi non è un dilettante ed è lontano anni luce dal pagliaccio Renzi.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog