Cerca

Boomerang

Italicum, Pietro Laffranco rincuora il furioso Maurizio Bianconi: "Dai che con la fiducia si lavora di meno"

Maurizio Bianconi

Il deputato dissidente di Forza Italia Maurizio Bianconi si è scatenato in una reazione furente dopo l'imposizione della fiducia da parte del governo sul voto alla Camera per l'approvazione dell'Italicum. Dopo l'intervento del ministro Maria Elena Boschi in aula è scoppiato il boato da stadio come quando alla squadra di casa danno un rigore contro e Bianconi più irritato di tutti è uscito insultando qualsiasi cosa gli capitasse a tiro. Obiettivo principale proprio la corregionale Boschi, alla quale ha indirizzato epiteti irripetibili. E poi sempre in Transatlantico, Bianconi ha urlato senza freni contro il governo: "Branco di maiali... infami e rottincu... Vergogna!". Ad un certo punto gli si è avvicinato il collega di Forza Italia Pietro Laffranco che, secondo Adnkronos, ha tentato di rincuorarlo con una battuta infelice che tutti i cronisti presenti hanno sentito nitidamente: "Dai Maurizio - ha detto Laffranco - non fare così. Meglio la fiducia, si lavora di meno...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Garrotato

    29 Aprile 2015 - 10:10

    Renzi e la sua banda fanno bene ad utilizzare tutti i mezzi, compresa la fiducia, per mantenersi al potere e imporre le loro cosiddette "riforme", altrimenti in Italia non si combina nulla. Ma è l'unica cosa che sanno fare. Per il resto, sono quanto di più deleterio si possa concepire: ignoranti, avidi, superficiali e assolutamente inesistenti in politica estera. Inadeguati. Povera Italia.

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    29 Aprile 2015 - 10:10

    Renzi e la sua banda fanno bene ad utilizzare tutti i mezzi, compresa la fiducia, per mantenersi al potere e imporre le loro cosiddette "riforme", altrimenti in Italia non si combina nulla. Ma è l'unica cosa che sanno fare. Per il resto, sono quanto di più deleterio si possa concepire: ignoranti, avidi, superficiali e assolutamente inesistenti in politica estera. Inadeguati. Povera Italia.

    Report

    Rispondi

blog