Cerca

Futuro (incerto) e libertà

Debiti e voli low cost
I finiani con le tasche vuote
si tassano per tirare avanti

Il partito, assente alle elezioni 2008, è senza rimborsi elettorali e il patrimonio ex an è bloccato dalle dispute tra gli "eredi". I candidati mettono 50mila euro di tasca propria

Debiti e voli low cost
I finiani con le tasche vuote
si tassano per tirare avanti

 

Per uno abituato ad avere tutto su un piatto d'argento da quando, nel lontano 1983, entrò per la prima volta a Montecitorio, non deve essere cosa facile. Tirare fuori di tasca propria i soldi per affittare una piazza in cui parlare, pagare un caffè, una cena pre-elettorale. Volare con compagnie low cost da una città all'altra dell'Italia. Fini e i suoi compari futuristi non hanno una lira: in quanto nuovo partito, assente alle ultime elezioni del 2008, non hanno ricevuto finanziamenti e i soldi che erano di An sono bloccati dalle dispute su chi debba intascarseli, dopo la diaspora che ha visto gli ex missini sparpagliarsi di qua e di là col passare degli anni. 

Tanto vuote sono le casse di Futuro e libertà, che i candidati si sono dovuti "tassare" per 50mila euro a testa. E anche così, vista l'esiguità di coloro che hanno ragionevoli possibilità di essere eletti (una decina di deputati e 5 senatori, se Fli porterà a casa l'1,5-2% che gli attribuiscono i sondaggi), non è che di grana ne sia entarta in cassa poi tanta. Al punto che Italo Bocchino giura che le spese per la campagna elettorale ammonteranno "al massimo a 200mila euro". Spesi per qualche manifesto, uno spot, l'affitto di qualche ala in giro per l'Italia. C'è chi la prende bene, come Roberto Menia che dice che "ci fa tornare giovani. Sono tornato ad attaccarmi i manifesti da solo, aiutato dai volontari, faccio collette tra i militanti e tiro fuori soldi di tasca mia". Un'esperienza inebriante davvero per chi è abituato agli altri che pagano per loro.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • masbalde

    17 Febbraio 2013 - 19:07

    Fini potrebbe sempre vendere l'appartamento di Montecarlo e pagare le spese del suo "finito" partito.

    Report

    Rispondi

  • marcoxx62

    07 Febbraio 2013 - 18:06

    Verranno ripescati e in parlamento ci entrano giusto? E quindi di soldi ne beccheranno a palate.

    Report

    Rispondi

  • enzo1944

    07 Febbraio 2013 - 18:06

    fini,vai a pettinare le bambole,a sbiancare i ghepardi al tuo amico bersani,lui non è una mammoletta come te,è più furbo di te!.....mi sa che se vuoi andare in parlamento, brutto schifoso,devi andare a leccare i piedi a dalema,perchè monti ti manderà a cacare!!

    Report

    Rispondi

  • opps61

    07 Febbraio 2013 - 15:03

    ma guarda, finalmente si ridimensionano le cifre per la campagna elettorale,"solo 200mila euro", e magari fosse sempre così, specie quando gli euro li mettiamo noi Italiani!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog