Cerca

Siluro

Scuola, la Cgil contro Maria Elena Boschi: "Arrogante e sprezzante della democrazia"

7
Maria Elena Boschi

"La scuola nelle mani dei sindacati non funziona". Così Maria Elena Boschi. Una frase che scatena un putiferio. La Cgil infatti replica: "La dichiarazione della ministra conferma l’arroganza e il disprezzo della democrazia", tuona il segretario generale Flc-Cgil, Domenico Pantaleo. Quindi Nichi Vendola, che non è da meno: "La scuola pubblica italiana è in mano ai sindacati? No, la scuola pubblica è sulle spalle degli insegnanti italiani e dei loro sacrifici". La Cgil, inoltre, ha aggiunto: "La scuola non è dei sindacati ma nemmeno proprietaria privata del Governo. E' del Paese e di chi quotidianamente garantisce alle nuove generazioni di avere una istruzione all'altezza dei tempi".

Secondo voi la Boschi è arrogante?
Vota il sondaggio di Liberoquotidiano.it

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bolinastretta

    11 Maggio 2015 - 15:03

    e chi lo ha permesso quando il pregiudicato diceva le stesse cose.... alzavate scudi e barricate!!! pecoroni impenitenti!! ora piangete perché ve li ritrovate in mezzo ai coglioni!! oggià!!! adesso.. pedalare pirloni!!!

    Report

    Rispondi

  • McCrea54

    11 Maggio 2015 - 13:01

    La Boschi ha perfettamente ragione. Non solo la scuola ma tutta la Pubblica Amministrazione è in mano ai sindacati. Tutti i concorsi, soprattutto quelli per i dirigenti, sono sotto il pieno controllo dei sindacati. Tutte le nomine e gli incarichi dirigenziali sono regolati e distribuiti dai sindacati. Fate 2 + 2 e otterrete lo stato pietoso in cui versa la P.A. In Italia.

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    11 Maggio 2015 - 11:11

    Che la Boschi sia arrogante è fuori discussione. Ed è l'atteggiamento tipico di chi non ha ancora imparato a vivere, nel senso che ha solo fatto un (limitato) percorso sociale e scolastico ben protetta da una famiglia benestante: non sa assolutamente nulla nè della vita nè del lavoro. Ma nel caso specifico, qualche ragione ce l'ha: la scuola va male "anche" per colpa del sindacato.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media