Cerca

Siluro

Scuola, la Cgil contro Maria Elena Boschi: "Arrogante e sprezzante della democrazia"

Maria Elena Boschi

"La scuola nelle mani dei sindacati non funziona". Così Maria Elena Boschi. Una frase che scatena un putiferio. La Cgil infatti replica: "La dichiarazione della ministra conferma l’arroganza e il disprezzo della democrazia", tuona il segretario generale Flc-Cgil, Domenico Pantaleo. Quindi Nichi Vendola, che non è da meno: "La scuola pubblica italiana è in mano ai sindacati? No, la scuola pubblica è sulle spalle degli insegnanti italiani e dei loro sacrifici". La Cgil, inoltre, ha aggiunto: "La scuola non è dei sindacati ma nemmeno proprietaria privata del Governo. E' del Paese e di chi quotidianamente garantisce alle nuove generazioni di avere una istruzione all'altezza dei tempi".

Secondo voi la Boschi è arrogante?
Vota il sondaggio di Liberoquotidiano.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bolinastretta

    11 Maggio 2015 - 15:03

    e chi lo ha permesso quando il pregiudicato diceva le stesse cose.... alzavate scudi e barricate!!! pecoroni impenitenti!! ora piangete perché ve li ritrovate in mezzo ai coglioni!! oggià!!! adesso.. pedalare pirloni!!!

    Report

    Rispondi

  • McCrea54

    11 Maggio 2015 - 13:01

    La Boschi ha perfettamente ragione. Non solo la scuola ma tutta la Pubblica Amministrazione è in mano ai sindacati. Tutti i concorsi, soprattutto quelli per i dirigenti, sono sotto il pieno controllo dei sindacati. Tutte le nomine e gli incarichi dirigenziali sono regolati e distribuiti dai sindacati. Fate 2 + 2 e otterrete lo stato pietoso in cui versa la P.A. In Italia.

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    11 Maggio 2015 - 11:11

    Che la Boschi sia arrogante è fuori discussione. Ed è l'atteggiamento tipico di chi non ha ancora imparato a vivere, nel senso che ha solo fatto un (limitato) percorso sociale e scolastico ben protetta da una famiglia benestante: non sa assolutamente nulla nè della vita nè del lavoro. Ma nel caso specifico, qualche ragione ce l'ha: la scuola va male "anche" per colpa del sindacato.

    Report

    Rispondi

  • antcarboni

    11 Maggio 2015 - 09:09

    Che abbia parecchio ragione è verissimo. Però mi sembra che la garrula fanciulla sia un po' montata la testa. Si credesse il nuovo Fanfani visto che papà era un amico dell'indimenticabile rieccolo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog