Cerca

Verso il voto

Elezioni Regionali, l'incubo di Matteo Renzi: vincere, ma soltanto 4-3

Matteo Renzi

Dal sogno, all'incubo. Perde pezzi, Matteo Renzi. E se Forza Italia è in profonda e conclamata crisi, all'indomani del voto regionale il Pd del premier potrebbe risvegliarsi con le ossa a pezzi. Già, perché il sogno era un netto 6-1: l'unica regione data per persa, sin dal principio, è il Veneto dove corre Alessandra Moretti. Dal sogno, però, come detto si è passati all'incubo: lo spettro è quello di una vittoria di misura, uno "striminzito" 4-3. Già, perché Liguria e Campania potrebbero riservare amare sorprese al premier: la corsa di De Luca è tutt'altro che in discesa, mentre invece al nord, Giovanni Toti, secondo le ultime rilevazioni avrebbe pareggiato se non sorpassato Raffaella Paita. Renzi, da par suo, si mostra ottimista: "Il partito gode di ottima salute, nei sondaggi siamo poco sotto le percentuali delle Europee, un risultato che dopo un anno di governo può anche essere considerato invidiabile". Ma non è un caso che il premier, conscio del pericolo di un risultato tutt'altro che soddisfacente, abbia deciso di impegnarsi in prima persona in un mini-tour elettorale, che prevede rapide incursioni in diverse città: andrà sicuramente in Campania e Liguria. Infine, domenica, Renzi ha spiegato: "Uno che guida il Paese non può avere paura delle elezioni". E ancora, ha affermato che è meglio non fare pronostici: "Vorrei vincere dappertuto, anche se non è facile. Ma il Pd ci ha preso gusto a vincere, ci proviamo, anche se nessuno fa i miracoli". Qui il problema, per il Pd, però non sono i miracoli. Il problema, per loro, è lo spauracchio del 4-3.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spadino65

    19 Maggio 2015 - 18:06

    una cosa è certa....voi non vincete

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    18 Maggio 2015 - 20:08

    Attenti, perché, una volta di più, queste profezie di sventura assomigliano tanto ad inutili tentativi di esorcizzare la realtà. Il cosiddetto Centro-Destra (un'ipocrisia, solo un po': di Centro esisteva la DC, di cui non è rimasto nulla che non sia una parentela per attaccamento alle poltrone e metodi clientelari) è uno sfacelo, ed è così frantumato che perderà su tutti i fronti. Preparatevi.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    18 Maggio 2015 - 17:05

    Tranquilli! In Campania de luca si è circondato di telmente tanti capi camorristi, impresentabili e delinquenti, che non rischia niente! Ciascuno di loro può contare su un gruzzoletto di voti inalienabile, qualsiasi cosa facciano.

    Report

    Rispondi

  • lady1

    18 Maggio 2015 - 17:05

    Se non fa dietrofront con la riforma della scuola, la vedo dura...anzi durissima.

    Report

    Rispondi

blog