Cerca

Rapporti complicati

Silvio Berlusconi attacca Raffaele Fitto e Angelino Alfano. E su Denis Verdini...

Silvio Berlusconi attacca Raffaele Fitto e Angelino Alfano. E su Denis Verdini...

Quello di oggi è un Silvio Berlusconi che torna alla carica, non risparmia critiche e distribuisce apprezzamenti lì dove servono per tenere unito il partito. Così Raffaele Fitto diventa “un peso” che si è tolto con piacere, Angelino Alfano uno che “ha usato Forza Italia come un taxi” e Denis Verdini una persona con cui ha “un rapporto cordiale”.

Radio Taxi - Il primo attacco è un sassolino nella scarpa che il Cavaliere doveva togliersi. Con la memoria è risalito al 2011, quando è stato “costretto alle dimissioni dalla Presidenza del Consiglio”. In quel momento, dichiara, “avevo lasciato la politica e Forza Italia era nelle mani di Alfano. Quando mi richiamarono, perché senza me Fi era sceso all’11,7%, mi dovetti buttare negli ultimi 45 giorni della campagna elettorale”. E a questo punto arriva la critica più forte. Secondo Berlusconi gli fu tolta la possibilità di decidere la formazione delle liste, che fu invece spartita fra i vari capilista: “Alfano si prese la Sicilia, Cosentino la Campania e Fitto la Puglia. Hanno usato Fi come un taxi”. Per di più sarebbe stato Fitto a decidere “personalmente e senza alcun procedimento democratico i candidati alla Camera ed al Senato”.

Figli ingrati - Sempre nei confronti di Fitto arrivano le accusa più sincere e forse più oneste. Parlando del suo addio in un’intervista a Telerama, Berlusconi ha dichiarato che “la sua esperienza è terminata e, per essere sincero, ci siamo tolto un grande peso. Auguro buona fortuna a Fitto ma attenzione che gli elettori non lo votino, sarebbe un voto dato direttamente a Michele Emiliano”. Raccomandandosi poi di “non dare il voto a partitini che non possono fare altro che un’azione di disturbo nei confronti di Forza Italia”.

Amicizie ritrovate - Probabilmente per ostacolare il cammino di Fitto alla creazione di un nuovo partito, Berlusconi ha voluto spendere buone parole nei confronti di Verdini. Guarda caso uno dei papabili alleati dell’ex presidente della Regione Puglia. “Ho un rapporto cordiale con Denis Verdini che si è sempre mantenuto nel tempo - ha dichiarato in un’intervista a Italia7 - e che posso confermare non essere cambiato. Avevamo due opinioni differenti sul Patto del Nazareno. Lui insisteva perché Forza Italia” proseguisse con le riforme, mentre “io e la grandissima maggioranza dei nostri parlamentari abbiamo deciso che si dovesse cambiare strada”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 12ZAMPE

    10 Giugno 2015 - 12:12

    Ha fatto benissimo Berlusconi a troncare il patto a senso e godimento unico... chi vuole resuscitarlo non ha dignità e vuole buttare anche la dignità, ritrovata da poco, degli altri. Sarà soccorso toscano? Ormai sento parlare solo aspirato e che cavolo.

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    23 Maggio 2015 - 11:11

    Berlusconi non ama le scenate, né azioni immediate, ma non dimentica e, al momento opportuno, si gode la vendetta. Mentana e Fede sono dei tipici esempi di come il Cav abbia defenestrato dei personaggi che non gli andavano a genio, avendo remato contro di lui. Prossimamente ve ne saranno altri, che dovranno cambiare mestiere, in quanto la cuccagna a cui il Cav li aveva abituati, sarà finita.

    Report

    Rispondi

  • andymaga

    23 Maggio 2015 - 07:07

    Berlusconi, ma lascia perdere... Stai dimostrando la tua completa demenza senile. Vatti a riposare, sei ormai arrivato. Ancora parli delle tue scelte disastrose: i Verdini, i Bondi, la Rossi ed a suo tempo i Cicchitto, i Lupi, gli Alfano ecc. Tutta gente che ti ha circuito, senza contrariarti pensando di riuscire a prendere i nostri voti... Poveri illusi!!! Ma illuso anche tu, riconquistarci? No

    Report

    Rispondi

  • tingen

    22 Maggio 2015 - 21:09

    Leggendo le parole di Berlusconi, si capisce che Forza Italia questa volta scende realmente sotto il 5%.

    Report

    Rispondi

    • benitoumberto

      24 Maggio 2015 - 12:12

      Questi sono discorsi da 'banderuoli', che sai dove li lasci e non sai dove li trovi..gente le cui idee vanno col vento, e come le foglie, s'adagiano ovunque, senza ideali e senza provar sgomento!

      Report

      Rispondi

blog