Cerca

Leader rosa

Francesca Pascale parla del prossimo leader del centrodestra: "Marina Berlusconi? Magari, ma suo papà non vuole"

Francesca Pascale parla del prossimo leader del centrodestra: "Marina Berlusconi? Magari, ma suo papà non vuole"

Dopo l'annuncio di Silvio Berlusconi sul suo futuro a tempo determinato da leader del centrodestra, ha ripreso vita la ricerca di un nome capace di rimettere insieme tutti i cocci di una coalizione unita solo nei ricordi dei più nostalgici. C'è un personaggio che torna ciclicamente d'attualità, con puntuali smentite: Marina Berlusconi. L'ultimo sostegno - solo in ordine cronologico - è arrivato dalla fidanzata di Berlusconi, Francesca Pascale, beccata dal Giornale nella tappa campana del tour per le elezioni regionali. Le viene chiesto se potrà essere Marina la vera erede politica del padre: "Mi piacerebbe moltissimo - ha risposto - ma il suo papà non vuole". E infatto lo stesso Cavaliere è stato categorico anche nell'ultima dichiarazione rilasciata all'emittente campana Canale 34: "Marina la escludo nella maniera più assoluta". Certo però in famiglia qualcuno potrebbe avere tutti i requisiti per tentare l'avventura politica: "Abbiamo persone - dice Berlusconi - ma non dico nessun nome perché dire un nome da parte mia significa bruciarlo". Un dettaglio però se lo lascia scappare: "Sarei felice se il popolo decidesse decidesse che il nuovo leader dei moderati sia una donna. Questo - ha aggiunto - porterebbe al voto molte donne che adesso preferiscono stare colpevolmente a casa senza andare a votare".

Francesca - Volendo rimanere nella famiglia Berlusconi, magari non proprio in senso stretto, qualcuno ha ipotizzato una discesa in campo direttamente della sua fidanzata, lei ci scherza: "Io leader? Ah ah... Ma nooo. Io non sono nessuno - ha risposto al Giornale - Esisto perché sono la compagna di Berlusconi. Infatti quando facevo politica non mi filava nessuno". La ricerca si allarga allora al genere maschile, ma orientata dal presidente di Forza Italia su una figura estrenea alla politica, come Alfio Marchini, già candidato sindaco al Comune di Roma, sconfitto da Ignazio Marino: "Prenderebbe un sacco di voti dalle donne ma io allora preferirei Caldoro. E comunque noi abbiamo ancora Silvio Berlusconi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cosimo.pompadoro@fastwebnet.it

    cosimo.pompadoro

    24 Maggio 2015 - 17:05

    P.S. al mio commento precedente: ma sta' Pascale non potrebbe continuare a usare la bocca come ha fatto finora ovvero tenerla .... chiusa?

    Report

    Rispondi

  • cosimo.pompadoro@fastwebnet.it

    cosimo.pompadoro

    24 Maggio 2015 - 17:05

    stiamo tornando alla monarchia? adesso lo scettro passa, per diritto divino, alla figlia di Berlusconi? la chiameremo regina o imperatrice? sua maestà continui a svolgere il suo lavoro, che a parere degli esperti, sembra svolto bene e non si lasci convincere a entrare in politica. anche perchè la gente è arcistufa di questi diritti pseudo ereditari.

    Report

    Rispondi

  • esule

    24 Maggio 2015 - 08:08

    penso che Corrado Passera possa prendere la guida del Centro-destra aggregando sia gli ex NCD sia gli ex AN. e probabile anche una parte delle persone che adesso votano per la Lega Nord.

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    23 Maggio 2015 - 17:05

    Il Giornale è lunica testata italiana a filare Pascale come opinionista a questi livelli. Voi di Libero, piu' cauti, vi nascondete dietro quella testata per filarla con maggiore discrezione . Il risultato è anche peggio.: le minkiate della sciagurata sanno pure di muffa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog