Cerca

Il declino

Share, Matteo Renzi battuto in tv da Graziano Delrio, ma il re degli ascolti rimane Silvio Berlusconi

Share, Matteo Renzi battuto in tv da Graziano Delrio, ma il re degli ascolti rimane Silvio Berlusconi

La coltre di polvere che il presidente del Consiglio Matteo Renzi sta accumulando con le chiacchiere da campagna elettorale viene spazzata via dalla ramazzata dei numeri oggettivi. E le cifre che emergono dai dati di ascolto tv sono impietose per il premier e lo smacco più grosso arriva dal fatto che a batterlo sia stato il suo ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio. Ospite di Lilly Gruber a Otto e mezzo su La7, l'ex braccio destro di Renzi ha incassato il 5,11% con 1.314.858 di spettatori mentre era in studio con Massimo Cacciari. Il Tempo ricorda quindi il risultato di Renzi, ospite nella stessa fascia oraria ma su Rete 4 con Paolo Del Debbio a Quinta Colonna: 4,74% con 1.224.001 spettatori. Già questo la dice lunga sull'appannamento dell'immagine del premier che non riesce più a bucare lo schermo come un tempo, proprio lui che sulla comunicazione aveva puntato tantissimo.

Gaffe - Già stupisce la scelta strategica di andare in onda in contemporanea con due potenziali bocche di fuoco del calibro del presidente del Consiglio e del suo ex vice. L'analisi comprativa peggiora quando si va a guardare i dati che Quinta colonna ha registrato tra la puntata con il premier e quella con ospiti in studio Matteo Salvini e Daniela Santanché. Pur considerando una certa ostilità del pubblico di Del Debbio a Renzi e compagni, colpisce che Quinta colonna con il leader leghista e la Pitonessa avesse registrato nel prime time il 6,86%. Un declino già evidente con le basse performance nelle ospitate a Porta a porta da Bruno Vespa e a Bersaglio mobile di Enrico Mentana.

Crisi - Che i talk siano in crisi è un fatto acclarato, per quanto sia stato ripetuto per tutta l'ultima stagione televisiva, senza grandi risvolti sulla prossima stagione dei palinsesti. I dibattiti in tv attizzano sempre meno il pubblico, figuriamoci quanto può annoiare la formula preferita dal premier dell'intervista in solitaria, senza contraddittorio e quindi con la totale assenza di una buona conflittualità che tenga viva l'attenzione del pubblico. In pochi riescono a tenere banco in una situazione così costruita. Molto dipende dal conduttore, vedi Del Debbio che ha saputo tenere botta all'affossamento degli ascolti minacciato da Renzi con una conduzione vivace e scherzosa. Moltissio dipende dall'ospite. E in questo caso c'è un imbattibile che sul come si sta in Tv ha ancora tantissimo da insegnare: Silvio Berlusconi nell'ospitata da Fabio Fazio ha battuto tutti portando a casa il 13,2% di share, ben 3 milioni e 268 mila spettatori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • satanik

    27 Maggio 2015 - 18:06

    zefleone - Hai dimenticato un paio di cosette, corruzione ed evasione (siamo fra i primi al mondo), il resto ci sta.

    Report

    Rispondi

  • zefleone

    27 Maggio 2015 - 13:01

    Ormai questo quara qua qua ha stancato da molto tempo. Se avesse l'intelligenza di far una sola cosa che realmente serve al paese sarebbe un pò meno pirla. Semplicemente togliere tutti gli sprechi della politica, far funzionare la giustizia e tagliare gli sperperi del settore pubblico, non servono investimenti, faccia questo invece di perdere tempo a scrivere cagate con il cellulare

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      27 Maggio 2015 - 15:03

      i costi globali dell a politica sono stati calcolati in 800 milioni. Mettiamo un miliardo? due, tre quattro, dieci?!? Il debito dello Stato è di 240 miliardi. me lo dici come risanarlo?

      Report

      Rispondi

  • gigi il negher

    27 Maggio 2015 - 13:01

    Renzi umiliato, Renzi distrutto, Renzi sbranato, Renzi annullato, Renzi contestato. Povero Renzi, chissà che botta alle elezioni.

    Report

    Rispondi

    • allianz

      29 Agosto 2015 - 14:02

      Se a roma hanno affiancato all'incursore che sta ai Caraibi il prefetto a cui hanno dato poteri assoluti in vista del giubileo mettendo di fatto da parte,ma tenendolo contemporaneamente al suo posto,dimostra ampiamente di che pasta siano fatti i compagni.Piuttosto che sciogliere il consiglio comunale ed indire le elezioni questo ed altro.Dalla serie:quando la paura fa 360.

      Report

      Rispondi

  • pino&pino

    27 Maggio 2015 - 12:12

    kufu - Certo che lo share di Che tempo che fa è aumentato con Berlusconi. Un vecchio comico fa sempre spettacolo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog