Cerca

L'ascesa del Carroccio

Toscana, la regione resta rossa: vince Enrico Rossi, la Lega Nord doppia Forza Italia

Matteo Salvini

La Toscana resta rossa. Riconfermato il governatore uscente Enrico Rossi. I dati, a spoglio quasi terminato, sono inequivocabili: si aggiudica il 48% dei voti, seguito da Claudio Borghi di Lega-Fdi con il 20% dei consensi, quindi il grillino Giacomo Giannarelli al 14,9%. Rossi, candidato "anti-renziano", esulta e rivendica i meriti della sinistra-sinistra del suo partito: "La Toscana è un caso, un’anomalia, anche rispetto all’Emilia che ha votato l’anno scorso. La nostra regione ha confermato piena e totale adesione alla sinistra. Siamo una regione saldamente a sinistra a livello nazionale", ha dichiarato a caldo. Quindi una battuta sulle opposizioni: "La destra vira verso un’egemonia della Lega Nord. Complessivamente la destra non raggiunge i voti raccolti nel 2010. Forza Italia ha fatto flop. Ora c’è un connotato di destra lepenista, reazionaria. La destra non esce rafforzata ma indebolita". Rossi parla di "egemonia della Lega Nord". Le ragioni? Le cifre impressionanti raccolte dal partito di Matteo Salvini: la Lega è al 16,2%, e doppia di fatto Forza Italia, che raccoglie l'8 per cento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    01 Giugno 2015 - 09:09

    Qui in Romagna, regione ancor più rossa, alle comunali la Lega ha superato il 20% contro il 4% scarso di F.I. Pensate che questo farà in qualche modo meditare il Cav.? Io temo di no.

    Report

    Rispondi

  • antoniobaldo

    01 Giugno 2015 - 08:08

    i parassiti fuori dall'Italia , escono dai loro campi solo x rubare ed elemosinare . non fateli uscire .

    Report

    Rispondi

blog