Cerca

Emergenza immigrazione

Roberto Maroni, ultimatum ai sindaci lombardi: "Niente fondi a chi accoglie i migranti"

Roberto Maroni, ultimatum ai sindaci lombardi: "Niente fondi a chi accoglie i migranti"

Tre domande per sondare l’opinione dei cittadini sulla gestione dell’emergenza immigrazione. Le ha poste via twitter il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che tramite il suo profilo sul social network ha scritto: "I sindaci lombardi devono rifiutarsi di accogliere gli immigrati clandestini mandati da Roma. Siete d’accordo?"; "Domani invio lettera ai Prefetti lombardi diffidandoli dal mandare immigrati clandestini in giro per la Lombardia. Siete d’accordo?"; "I sindaci lombardi devono rifiutarsi di accogliere clandestini mandati da Roma. Se li prendono taglio contributi regionali. Siete d’accordo?". Il sondaggio via social network arriva dopo l'annuncio fatto dal governatore della Lombardia dal palco del "Premio Milano Produttiva 2015", che si è svolto al Teatro  alla Scala di Milano. "Ho deciso di scrivere una lettera ai Prefetti per diffidarli dal portare qui in Lombardia nuovi clandestini e ho deciso di scrivere ai sindaci per dirgli di rifiutarsi di prenderli, mentre ai sindaci che dovessero accoglierli ridurremo i trasferimenti regionali, come disincentivo, perché non devono farlo e chi lo fa, violando la legge, subirà questa conseguenza", ha annunciato Maroni. "Nei prossimi giorni", ha aggiunto, "voglio incontrare Toti e Zaia per fare fronte comune e assumere iniziative comuni, come diffidare i prefetti e dire ai sindaci delle nostre regioni che se accolgono in clandestini e violano le norme non avranno più i contributi regionali".

Tutti d'accordi - Immediata è stata la risposta arrivata dal neo governatore della Liguria Giovanni Toti. Intervistato da Maria Latella su Sky Tg24 ha detto: "Il provvedimento di Maroni mi sembra legittimo. Il problema dovrebbe essere risolto a monte mentre viene scaricato a valle". "Io non lo posso ancora fare perchè non sono ancora in carica", ha però aggiunto. Da parte sua Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord, intervenuto a Lonigo (Vicenza) ad un comizio in vista del ballottaggio di domenica 14 giugno, ha detto: "Maroni fa bene perchè è l'unico modo per cercare di fermare le partenze e gli sbarchi, altrimenti è un disastro". "Sono assolutamente d'accordo con Maroni", ha aggiunto il leader del Carroccio, "ci sono dei matti, magari amici degli scafisti o di mafia capitale, che vogliono continuare ad immergerci nel disastro dell'immigrazione clandestina. Ma in Italia non ce lo possiamo più permettere". Intervistato dal Corriere della Sera Luca Zaia ha avvertito: "Il Veneto è una bomba che sta per scoppiare". Se si deve trovare un tetto ai migranti? "Fino a quando è possibile farlo. In Veneto abbiamo 514mila immigrati regolari, pari a quasi l' undici per cento della popolazione. Di questi, 42mila non hanno un lavoro. Insieme a Emilia Romagna e Lombardia siamo i piu' accoglienti. Basta"."Smettiamola con l' illusione di poter sopportare e gestire un esodo biblico", ha concluso.

"Le regole le ha fatte Maroni - "Basta con la demagogia e lo scaricabarile", ha risposto duro Matteo Renzi dal G7. "Non basta fare comunicati stampa e slogan", ha tuonato il presidente del Consiglio. Anche perchè "alcuni di quei governatori che si lamentano erano al governo quando è stata decisa la politica che ha condotto alle attuali regole". "L’Italia ha scelto una strategia che ha portato agli accordi di Dublino che non funzionano perchè lasciano l’Italia da sola. Mi piacerebbe che tutti riconoscessero che il problema dell’immigrazione è una sfida di tutto il Paese e cercassero di aiutare a risolvere il problema invece di lucrare mezzo voto", ha concluso Renzi. Dello stesso tenore la replica del titolare del Viminale Angelino Alfano, che promette: "Farò come fece Maroni da ministro dell'Interno". E domani Alfano incontrerà il commissario Ue all'immigrazione Avramopoulos: #Immigrazione #Europa #solidarietà #responsabilità #TimeForAction", twitta il ministro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    08 Giugno 2015 - 13:01

    Hanno ragione. Ho ascoltato al TG1 di oggi le dichiarazioni di Alfano e Renzi : roba da mentecatti. Siamo stufi di essere governati da una manica di coglioni.

    Report

    Rispondi

  • lorenvet

    08 Giugno 2015 - 12:12

    Sono d' accordo con Maroni, ma mi domando se può fare quello che ha detto. Il governo (minuscolo) centrale, benché chiaramente privo di legittimità elettorale, temo possa imporre ciò che vuole.

    Report

    Rispondi

  • carlozani

    08 Giugno 2015 - 11:11

    Matteo Renzi come i suoi sottopancia o le donzelle di partito ,da testa di c..o' che è, scarica sempre la colpa sui governi precedenti.Ma lo sa che se c'è qualcosa di sbagliato si può cambiare?.E' cambiato il matrimonio ,con il divorzio,si può cambiare il tipodi mutuo,cambiare i contratti con banche e gestori telefonici e certe cose non le cambiano.Il problema è che alle coop.fa comodo così.

    Report

    Rispondi

blog