Cerca

Grillini azzurri

Il Movimento Cinque Stelle sterza a destra: c'è il primo accordo "di governo"

Beppe Grillo e Silvio Berlusconi

Non era mai successo. Per la prima volta nella sua storia, il Movimento Cinque stelle fa un accordo e governerà con un'altra forza del sistema politico italiano. I grillini avevano detto no al governatore dem della Puglia Michele Emiliano che aveva offerto loro l'assessorato all'Ambiente, ma hanno accettato di entrare in un esecutivo di centro destra. Succede a Laives, terza città a maggioranza italiana dell’Alto Adige, dove ha vinto il centro destra con Christian Bianchi, già consigliere comunale con Fratelli d’Italia, che è diventato primo cittadino dopo il ballottaggio del 24 maggio con il sostegno di due liste civiche (tra cui una che faceva riferimento a Forza Italia) e dalla Lega Nord.

Grillini a destra - Dopo una settimana di incontri, oggi i Cinque Stelle hanno confermato l’appoggio al sindaco di centrodestra, ottenendo in cambio la sottoscrizione di un impegno su alcuni punti programmatici. A dimostrazione del via libera dato dai vertici - almeno quelli regionali - del movimento, al momento della firma era presente anche il deputato grillino eletto in Trentino Alto Adige, Riccardo Fraccaro. Abituati a una certa chiusura ormai tradizionale del Movimento verso le altre forze politiche la novità è di quelle rilevanti. Un passo verso la possibile governabilità del Comune che allontana le possibili nuove elezioni. “Ci hanno convinto gli impegni sottoscritti sul piano programmatico”, ha scritto su Facebook il consigliere Paolo Castelli. "Qualcosa dunque si muove", ha commentato l'azzurra Michaela Biancofiore, "nelle dinamiche dei poli nazionali e Laives forse sarà la culla di un potenziale novo schieramento di tutte quelle forze politiche che mirano alla rivoluzione del fare e di un cambiamento reale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raponi.fabio

    10 Giugno 2015 - 14:02

    La solita stampa da 70mo posto nella graduatoria mondiale...adda veni' buffone...

    Report

    Rispondi

  • frarossi84

    10 Giugno 2015 - 11:11

    Per vincere il grande marcio tutti si devono alleare.E' possibile se ogni partito porta avanti il suo programma ma poi tutti insieme condividono i programmi.Uno per tutti tutti per uno senza personalismi

    Report

    Rispondi

  • etano

    10 Giugno 2015 - 09:09

    In mezzo agli escrementi della sinistra un po' di igiene e pulizia non guasta ed è solo l'inizio. E' giusto che forze politiche anche se di diversa ideologìa si confrontino ed eventualmente si uniscano proprio per una buona identità di programmi condivisi. Speriamo che almeno a Laives i compagni di merende al concime per ripicca non inviino feccia clandestina.

    Report

    Rispondi

  • etano

    10 Giugno 2015 - 09:09

    In mezzo agli escrementi della sinistra un po' di igiene e pulizia non guasta ed è solo l'inizio. E' giusto che forze politiche anche se di diversa ideologìa si confrontino ed eventualmente si uniscano proprio per una buona identità di programmi condivisi. Speriamo che almeno a Laives i compagni di merende al concime per ripicca non inviino feccia clandestina.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog