Cerca

Cinque stelle

Alessandro Di Battista: "Vorrei fare il sindaco di Roma ma non posso"

Alessandro Di Battista: "Vorrei fare il sindaco di Roma ma non posso"

Tutti vogliono lui Alessandro Di Battista, pentastellato, al posto di Ignazio Marino, sindaco di Roma. Lo vogliono i grillini ma anche i romani nauseati dai partiti (praticamente tutti) coinvolti nell'inchiesta Mafia Capitale. In una intervista a La Stampa, "Dibba" spiega che, oltre alla contrarietà di Gianroberto Casaleggio, ci sarebbero altri ostacoli alla sua corsa in Campidoglio: "Non posso candidarmi. Devo prima finire il mandato. Queste sono le regole del M5S e valgono per tutti, nessuno escluso". "Mi piacerebbe", continua, "ma da noi funziona così. Abbiamo questa regola e rispettarla è una questione di serietà. Altrimenti non possiamo prendercela con chi, come Alessandra Moretti, saltella da un posto all'altro, dal parlamento a Bruxelles alla Regione Veneto, e poi fare la stessa cosa".

Certo Mafia Capitale giustificherebbe lo strappo alla regola, ma Di Battista aggiunge: "Siamo fatti coì. E poi loro non mollano". Loro sono quelli del Pd: "Basta girare Roma per capire che i cittadini sono stufi e nella stragrande maggioranza sono con noi. Ma loro restano attaccati alle poltrone come le cozze. Anche Marino, lo terranno lì. Più Renzi vede che la città è con noi, più si spaventa e blinda Marino per non correre il rischio di andare al voto. Anche perché il Pd sa che anche a destra c'è un candidato forte che piace alla gente come Giorgia Meloni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • colombinitullo

    30 Giugno 2015 - 09:09

    meglio così

    Report

    Rispondi

  • fattore14

    fattore14

    12 Giugno 2015 - 18:06

    di battista aveva gia' dichiarato che rispettera' il mandato in parlamento. quelli che cambiano incarichi sono negli altri partiti .

    Report

    Rispondi

blog