Cerca

Tegole

Vincenzo De Luca, un altro guaio: rinviata a giudizio la sua compagna per abuso d'ufficio

Maddalena Cantisani

Non c'è pace per l'"impresentabile" Vincenzo De Luca, il governatore della Campania in odor di sospensione a causa della legge Severino. Ora, l'ultima tegola: il gup del tribunale di Salerno, Donatella Mancini, ha rinviato a giudizio per abuso d'ufficio Maddalena Cantisani, dirigente del servizio Trasformazioni edilizie del Comune di Salerno, nonché attuale compagna di De Luca, che a sua volta fu sindaco di Salerno.

Il caso - Nel mirino delle toghe c'è una autorizzazione del 19 ottobre del 2012 per una struttura di proprietà privata in località Brignano, struttura poi riconvertita a box. Secondo quanto ricostruito, l'intervento contestato sarebbe stato qualificato per ammissibilità urbanistica come "ristrutturazione edilizia", anche se avrebbe comportato aumenti di volumetria e variazioni della sagoma, oltre che prevedere la riduzione delle distanze dal confine più vicino, "in violazione delle norme prescritte dal vigente Ruec".

A giudizio - Secondo quanto affermato dal pm titolare dell'inchiesta, il permesso a costruire rilasciato non era compatibile sotto il profilo urbanistico poiché "atto di sostanziale sanatoria di opere già in parte realizzate abusivamente, e peraltro ometteva di irrogare le sanzioni amministrative e di riscuotere gli oneri accessori prescritti per il rilascio del titolo in sanatoria, così procurando ai proprietari dell'immobile anche l'ulteriore ingiusto vantaggio patrimoniale corrispondente all'importo delle somme dovute e non corrisposte, con uguale danno per l'Erario". A processo con la compagna di De Luca, accusata di abuso di ufficio, anche Gabriella Landi, responsabile del procedimento S.U.E. - Ufficio permessi di costruire presso il Comune di Salerno, l'ingegnere Domenico Puglia e i proprietari dell'immobile, che devono rispondere anche di falso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • albinoalbanofree

    19 Giugno 2015 - 17:05

    Povera regione Campania! Il guaio è che questi sinistrati hanno voluto a tutti i costi un imprensentabile. Sarà una regione ingovernabile e non si farà nulla. Solo caos e confusione grazie alla doppia "sinistra morale del Pd

    Report

    Rispondi

  • pestifero

    12 Giugno 2015 - 12:12

    non c'è pace per lui? Nessuno gli ha chiesto di usare la politica e di conseguenza gli italiani per i suoi sporchi affari. Tanto alla fine non pagherà nulla di tasca sua, patteggerà e avrà una villa e i soldi rubati agli italiani. E voi dite non c'è pace???

    Report

    Rispondi

  • flikdue

    12 Giugno 2015 - 11:11

    E pensare che davano lezione di pubblica moralità !!!!

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    12 Giugno 2015 - 11:11

    Pare che nel Pd "il più sano abbia la rabbia" ma si proclamano puri.

    Report

    Rispondi

    • gregio52

      12 Giugno 2015 - 15:03

      Non la rabbia ma la "rogna".

      Report

      Rispondi

blog