Cerca

Caporetto

Elezioni comunali, i ballottaggi: il Pd perde 8 capoluoghi su 12, pesanti le sconfitte a Venezia ed Enna

Ballottaggi, il Partito democratico perde 8 capoluoghi su 12. Pesanti le sconfitte di Venezia ed Enna

Silvio Berlusconi e Matteo Renzi

Silvio Berlusconi e Matteo Renzi

Ancora non si vede la luce in fondo al tunnel per Matteo Renzi. Anzi, la strada continua a farsi sempre più buia. Le comunali in Sicilia e i ballottaggi nelle altre regioni consegnano al premier una sconfitta inequivocabile: su 12 capoluoghi di provincia che sono andati al ballottaggio, il centrosinistra ne ha conquistati solo 4. Gli altri 8 sono andati al centrodestra o a liste civiche alleate. Le sconfitte che bruciano di più sono quelle di Venezia ed Enna, che dopo anni di dominio incontrastato della sinistra sono passate all’altra sponda politica. La caporetto è stata soprattutto quella del capoluogo siciliano, città d’origine del presidente della Regione Crocetta che si era speso personalmente a favore del Pd.

Le sconfitte – A Venezia ha vinto l’imprenditore Luigi Brugnaro con il 53% dei voti, contro Felice Casson appoggiato dal Pd. A Arezzo invece Matteo Bracciali del centrosinistra ha perso di uno 0,83% contro Alessandro Ghinelli del centrodestra, mentre a Rovigo la lista civica di Massimo Bergamini ha vinto con il 59,72% contro la piddina Nadia Romeo. Netta a Fermo la vittoria di Paolo Calcinaro, che con il 69,92% ha stracciato Pasquale Antonio Zacheo del centrosinistra, così come a Nuoro dove Andrea Soddu ha battuto con il 68,39% Alessandro Bianchi del Pd. A Enna Maurizio Antonello Dipietro ha superato con il 51,89%  Vladimiro Adolfo Crisafulli, pupillo di Crocetta, e a Matera Salvatore Adduce ha perso contro Raffaele Giulio De Ruggieri, che con la sua lista civica ha ottenuto il 54,51%. Infine Chieti, dove Umberto di Primio ha vinto con il 55% contro Luigi Febo.

Le vittorie – Le quattro vittorie per il Partito Democratico sono state a Mantova, Lecco, Macerata e Trani. Vittoria più netta fra tutti i ballottaggi è stata proprio quest’ultima, dove Amedeo Bottaro ha asfaltato l’avversario Antonio Florio, raggiungendo il 75,79%. Buono anche il risultato di Mantova, dove Mattia Palazzi ha ottenuto il 62,5% sconfiggendo Paola Bulbarelli, candidata del centrodestra, mentre a Lecco Virginio Brivio con il 54,38% ha battuto Alberto Negrini del centrodestra. Infine Macerata, dove Deborah Pantana ha perso contro Romano Carancini, che è arrivato al 59,11%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vivalabici

    16 Giugno 2015 - 08:08

    Purtroppo a Mantova, città la cui economia è stata distrutta dalle sinistre in 60 anni di amministrazione ininterrotta, ha rivinto il pd.Della serie "prenderlo in quel posto e dire anche grazie".

    Report

    Rispondi

  • gangisalvo38

    15 Giugno 2015 - 20:08

    finalmente adesso Renzi vede le luce infondo al tunnel, ma non si accorge che sta arrivando il direttissimo nord sud che lo sta investendo, speriamo che lo prenda in pieno

    Report

    Rispondi

  • perseveranza

    15 Giugno 2015 - 20:08

    E temo (per gli elettori del PD) che sia solo l'inizio. Ora si interrogano sul come mai? La nuova legge sulla scuola, il job act, la corruzione...si certo forse anche questo, ma il tema forte dove si sono giocati la credibilità é l'immigrazione. Questo é il problema vero che tocca da vicino tutti gli italiani. I nuovi vicini di casa, sui mezzi pubblici, nelle piazze dei paesi, nelle stazioni, ovun

    Report

    Rispondi

blog