Cerca

L'intervista

Romano Prodi: "La mia Europa non esiste più"

Romano Prodi: "La mia Europa non esiste più"

Una riflessione amara quella che Romano Prodi consegna ad Eugenio Scalfari che lo intervista su L'Espresso. "La mia Europa non c'è più". L'ex premier e il fondatore di Repubblica si confrontano sul tema dei migranti e sull'Europa.  Prodi denuncia l'assenza "di una visione europeista" da parte della stessa Italia. Non  attacca direttamente Renzi  ma il messaggio è chiarissimo: "L' Italia non si sta prodigando per la Federazione dell' Europa. Non la vuole come gli altri. Il nostro governo insomma sta al gioco della Francia, per non parlare della Gran Bretagna". Poi un'analisi sulla Libia e sul Califfato: emergenza richiede che dopo Gheddafi torni la legalità politica in Libia e il Califfato venga sconfitto militarmente. "L' Europa - dice Prodi -  dovrebbe distribuire l' accoglienza, con l' appoggio dell' Onu e delle Autorità europee. Naturalmente un coinvolgimento di Putin comporta una soluzione, che sia pacifica ed equa, della crisi ucraina".   E sul primo governo dell' Ulivo, che Scalfari definisce "uno dei migliori del dopoguerra", il Professore rivela: "Fu un buon governo sì, buttato giù dagli stessi personaggi che ne avevano patrocinato la nascita". Poi dà le pagelle a Draghi "una delle teste più lucide" e alla Merkel è "combattuta, però dovrà varcare il suo Rubicone". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antonimo

    04 Ottobre 2015 - 20:08

    Secondo il linguaggio viscido ed oscuro di questo pecorone castrato, il Rubicone della Merkel dovrebbe essere tradire la Germania, ovvero quello Prodi ha fatto con l'Italia ! Quanto alla "accoglienza", questo farabutto fa finta di non sapere ciò che ormai tutti sanno, la "migrazione" è manovrata dalla Cia-Soros ed è finalizzata a sottomettere l'Europa. Farabutto fino in fondo !

    Report

    Rispondi

  • salvapo

    06 Luglio 2015 - 22:10

    Ma dice sempre frasi pregne di banalità e non centrano mai la realtà dei fatti.Pensa di stare sempre in cattedra a fare lezione a studenti annoiati per cose dette e ridette prive di un senso pratico.E poi non ci venga a parlare dell'euro perchè con quella scelta ha detrminato l'impoverimento di noi italiani. Ha svenduto la lira (svaluitata)del 100% per consegnarci una moneta che non ci appartiene.

    Report

    Rispondi

  • Amos59

    06 Luglio 2015 - 15:03

    Guarda te il "Genio Incompreso". Nessuno ha capito la sua visione europeista della Federazione Europea. Dopo 15 anno si sveglia! Con tutti i Governi di Tecnici e quelli di sinistra nessuno mai ha saputo interpretare il pensiero del "Professore"? Neanche il suo amico Monti? Adesso sale in cattedra a dispensare lezioni.

    Report

    Rispondi

  • sfeno

    30 Giugno 2015 - 17:05

    la nostra italia non esiste piu !!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog