Cerca

La vendetta

Umberto Bossi: "Che errore spingersi al Sud"

Umberto Bossi: "Che errore spingersi al Sud"

Gliel' ho detto» dice riferendosi ai delegati del congresso. «Che mi mettete a fare il presidente privo di poteri?». Pomeriggio milanese. In Corso Venezia si celebra l' assise della Lega per aggiornare lo statuto. Il clima è sonnacchioso: fa caldo, la faccenda è molto tecnica e poco politica, il regolamento del partito va aggiornato pure per le nuove norme sul bilancio.
Poi spunta Bossi. Che nell' ultima versione dello statuto, poi approvata senza problemi, viene ridimensionato nel suo ruolo di garante contro eventuali espulsioni dei militanti storici. «Questo li espone al rischio di essere ricattati e bastonati» borbotta Bossi. Si sente sminuito?
«Mah... non ne faccio mai una questione personale. Ci sono militanti che hanno costruito la Lega che sono stati messi fuori da Tosi e Maroni e non possono più rientrare». Secondo lei perché è stata presa questa misura? «Avranno paura». Il clima, nelle viscere di Palazzo Castiglioni dove si celebra l' assise, diventa improvvisamente gelido. «Sono venuto a vedere che tipo di partito esce» aggiunge il Senatur. « Se esce un partito nazionale, Salvini rimane da solo» perché «il Nord è sempre contro a quel che è italiano, è contro al centralismo e al fascismo italiano». E così fa capire, sotto sotto, che l' asse con Marine Le Pen non gli piace per niente. I taccuini e le telecamere intorno a Bossi si moltiplicano, lui procede a piccoli passi per entrare nella sala dove i delegati discutono a porte chiuse. «Se Salvini mi piace come segretario? Si deve ancora esprimere» ma «il Nord è schiavo e paga cento miliardi di euro l' anno di residuo fiscale. La Lega non può essere nazionale, finché ci sono io non c' è niente di nazionale: c' è solo nazional padano». E pure il progetto di espansione a Sud, che pure l' uomo di Gemonio aveva tentato più volte e senza successo, ora non gli va giù. «I voti non glieli danno: quelli vogliono i soldi, mica vogliono cambiare. Hanno sempre compartecipato con Roma ai banchetti coi soldi del Nord. È difficile che cambino». E non parlategli della ruspa, che «assolutamente no», non può essere «il nuovo simbolo della Lega» perché «i buoni simboli sono quelli che agganciano il passato». Nel futuro, invece, potrebbe esserci un asse con Grillo? Neanche per idea, taglia corto l' Umberto, «i grillini son di sinistra, l' han dimostrato mille volte. Grillo è avvantaggiato dalla legge elettorale: adesso vincerà le elezioni con la legge di Renzi». Una volta in sala, senza giornalisti, Bossi non spara mortaretti. Ma alla fine dei lavori, quando Salvini incontra la stampa, il fumo della battaglia ingaggiata dal fondatore è ancora visibile. E l' attuale segretario reagisce gelido. Dal congresso non c' è stato «alcun passo indietro sui temi dell' autonomia e dell' identità, chi dice questo non l' ha letto bene» scandisce Salvini. Che poi smorza i toni: «Ho imparato tutto e devo tutto a chi mi ha preceduto», ma la differenza tra vecchia e nuova Lega «sono i voti in più e i voti in politica contano». E poi: «Guardiamo al di là della Padania. È nostro dovere aprirci al mondo, guardarci attorno, non solo al Monviso che ovviamente resta nella mia testa e cuore». Bossi è già andato via. Oggi sarà a Pontida.
Matteo Pandini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roccadimontorsoli

    21 Giugno 2015 - 16:04

    BOSSI sei uno schifoso: Hai detto puliremo ROMA LADRONA e poi HAI RUBATO PIU' dei romani: hai comprato una TESI A TUO FIGLIO ( non aggiungo aggettivi ), hai fatto il cerchio magico TUTTO CALABRESE e stranamente la ndrangheta è arrivata a Milano HAI fatto COMBUTTA CON SCALFAEO , il peggiore presidente della repubblica MUORI MUORI MUORI

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    21 Giugno 2015 - 16:04

    bossi avrebbe anche ragione; a tutti i vecchi PADANI, ovvero i celtic-polenton, razzisti all'estremo che volevano l'italia divisa in 3 parti e gridavano contro i terun e contro roma ladrona adesso che gli venite a dire che non era vero, che quegli slogan servivano a prenderli per il culo mentre bossi e family rubavano e che hanno fatto la figura dei coglion*.

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    21 Giugno 2015 - 14:02

    Brotto stronzo norditaliano...spero che gli islamici distruggano l'expo' e il norditalia...W il Regno Delle Due Sicilie !

    Report

    Rispondi

    • gianni-1

      gianni-1

      21 Giugno 2015 - 15:03

      Satanasso,,,,,,non voglio offenderti ,,,,,, se non ci fosse il Nord a mantenervi il Regno delle due Sicilie sarebbe già affondato,,,, buona giornata,,,,

      Report

      Rispondi

  • gianni-1

    gianni-1

    21 Giugno 2015 - 14:02

    Salvini , manda a casa questo rimbambito, sara stato il fondatore di questo partito, ma è anche stato quello che lo ha distrutto per il DIO denaro,

    Report

    Rispondi

    • nero48

      21 Giugno 2015 - 16:04

      Perfettamente d'accordo!!

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog