Cerca

Buona scuola

Al Senato passa la fiducia: 159 sì e 112 no

Al Senato passa la fiducia: 159 sì e 112 no

Alla fine, con un calcio nel sedere, Matteo Renzi è passato. Il decreto sulla "Buona scuola" ha ottenuto la fiducia al Senato con 159 voti favorevoli e 112 contrari. I voti totali sono stati dunque 271, una ottantina quelli mancanti. Hanno votato contro Forza Italia e Movimento 5 Stelle oltre a Sel. La Lega aveva invece dato indicazione ai suoi di non partecipare nemmeno alla votazione per protesta. Gli ex senatori azzurri Sandro Bondi e la compagna Manuela Repetti hanno votato a favore del governo e sono stati sonoramente fischiati dalla pattuglia di senatori di Forza Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cane sciolto

    28 Giugno 2015 - 01:01

    Che gente vanno ancora in giro, senza nessuna vergogna ne dignità, comportamento a dir poco.................! non lo dico altrimenti mi metterei al loro pari, e datosi che non lo sono e non voglio esserlo perché da persona onesta e corretta che sono mi sprofonderei mettermi al loro pari, l'unica cosa che vorrei dire a questi 2 e solo di vergognarsi, vergognarsi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • pino.c

    26 Giugno 2015 - 13:01

    Comportamento riprovevole.

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    26 Giugno 2015 - 09:09

    Bondi, Bondi... che vergogna di uomo...non che Forza Italia sia da meno perché Renzi lo hanno appoggiato fino a ieri, ma tu perseveri nell'errore, sei diabolico. Questo sporco governo ci ha donato immigrati a valanghe e tasse più alte con l'aiuto del Cav che non ha fatto niente per abbatterlo e adesso può contare sul fido Bondi. Tu sei "responsabile", pensi alla stabilità, al bene del Paese, vero? Che schifo

    Report

    Rispondi

    • pino.c

      26 Giugno 2015 - 13:01

      Sindrome di Stoccolm: Si è consegnato ai carnefici che lo hanno costretto a dimettersi per il crollo di un muro di Pompei. Per i crolli successivi, che sono tanti, nessuno è stato accusato di nulla. Si son bevuti i rispettivi cervelli.

      Report

      Rispondi

  • routier

    26 Giugno 2015 - 09:09

    Proporre di continuo la "fiducia" significa sottrarre le norme ad un serio dibattito parlamentare. Se questa è democrazia,,,,,,,,,,,,! Viva Renzi, ma soprattutto complimenti a chi ha votato il suo partito.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog