Cerca

L'aggancio

Sondaggio, l'effetto della crisi in Grecia fa crollare il Partito democratico: pareggio del Movimento 5 stelle

Sondaggio, l'effetto della crisi in Grecia fa crollare il Partito democratico: pareggio del Movimento 5 stelle

Dai giorni successivi alle elezioni Regionali, tutti i sondaggi sono stati d'accordo nel descrivere il calo costante registrato dal Partito democratico a favore dell'ascesa del Movimento 5 stelle. Il partito del presidente del Consiglio, nonostante l'oggetiva perdita di voti e l'usura dei consenti legata all'attività di governo, aveva mantenuto la prima posizione tra le preferenze dei partiti tra gli italiani. Almeno fino a ogg. Nei corridoi della sede del Pd in via del Nazareno starebbe circolando però un rapporto che avrebbe tolto il sorriso sul volto dei dirigenti Dem a cominciare dal premier Renzi.

I numeri - La crisi greca, secondo quanto riporta Affaritaliani.it, avrebbe dato l'ultima mazzata al partito renziano e avrebbe giovato non di poco il movimento di Beppe Grillo. Secondo un sondaggio nelle mani dei notabili Dem, il Pd sarebbe sceso di un paio di punti sotto il 30%. A incalzarlo c'è il M5S salito al 27%, praticamente a pari con il partito di governo. Sale anche la Lega di Matteo Salvini che avrebbe raggiunto il livello record del 17%, mentre Forza Italia si attesterebbe al 10-11% tenendo botta dopo le vittorie ai ballottaggi nei Comuni. Non perde terreno Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni al 5-6%. Scivola invece verso il baratro l'aggregazione tra Udc e Ncd che raccoglierebbe oggi il 2% dei consensi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scostumato

    01 Luglio 2015 - 22:10

    Inviato ore 16,40 :E' sempre stato così,i partiti al governo perdono consensi,e se Renzi avesse osato di più ne avrebbe persi oltre.I grillini li acquistano,i consensi,perchè altro non sanno fare che sbraitare. Auguriamoci di non vederli mai al governo,perchè ne usciremmo tutti con le ossa rotte. Cosa ha mai fatto,la RAI,a licenziare un certo Giuseppe detto Beppe !...Ha fatto male agli ascoltatori

    Report

    Rispondi

  • allianz

    01 Luglio 2015 - 18:06

    Speriamo che alle prossime politiche,se e quando decideranno di farle,del Pd non ne rimanga che un debole e flebile ricordo.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    01 Luglio 2015 - 17:05

    prima si vota prima sapremo la verità.

    Report

    Rispondi

  • sergion49

    01 Luglio 2015 - 16:04

    Fate la somma dei partiti di centro destra : sinistra sconfitta . Ma è così difficile . Dai ragazzi non lasciamo l'Italia marcire in mano ai sinistroidi .

    Report

    Rispondi

    • perseveranza

      01 Luglio 2015 - 17:05

      Purtroppo non è cosi facile. Con la nuova legge elettorale (italicum) voluta da Renzi se al primo turno nessun partito o coalizione raggiunge il 40%, solo i primi due partiti andranno al secondo turno. Al momento nessuno, nemmeno il centrodestra arriva al 40%. Al ballottaggio andrebbero PD e 5 Stelle. Quindi bisogna ancora lavorare per crescere. Speriamo.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog