Cerca

I dati

Sondaggio sull'Euro, l'Italia voterebbe No come la Grecia

Sondaggio sull'Euro, l'Italia voterebbe No come la Grecia

Se si votasse sull'Europa, l'Italia farebbe come la Grecia: direbbe No. E' il clamoroso risultato rilevato da Alessandro Amadori, sondaggista e fondatore e direttore dell'Istituto Coesis Research, riportato da ItaliaOggi. Il fronte anti-euro dato dalla somma di M5S (al 25%), Lega nord (20%), Fratelli d'Italia (4%), Sel, Civati, Fassina e Cofferati (al 3%) arriva quindi al 52 per cento.  

"La popolarità dell'euro", rivela Amadori, "non supera il 40%, e negli ultimi due anni è scesa drasticamente. Nel 2013 circa un terzo degli italiani non amava l' euro, mentre oggi il rapporto si è quasi rovesciato. Ci sono molto più scetticismo e sfiducia, e molta meno speranza nell'euro". Che viene sempre più percepito "come uno dei fattori per cui abbiamo la sensazione di vivere male".

In questo senso "quanto sta avvenendo in Grecia aiuta il fronte italiano anti-euro, quindi di sicuro Matteo Salvini e probabilmente anche Beppe Grillo". Se oggi si facesse un referendum come in Grecia il No prenderebbe "meno del 61% che ha ottenuto in Grecia, però l'Italia sarebbe effettivamente spaccata. Anche in Italia sarebbe pericoloso dare per scontato un risultato a favore dell'euro". Va però tenuto conto che molti italiani anche se non amano l'euro voterebbero però a favore "turandosi il naso. E' finita la fase dell' amore verso l' euro, ma gli italiani vogliono restarvi in quanto lo considerano come il male minore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ff4995

    09 Luglio 2015 - 08:08

    L'inflazione,le cavallette ,i terremoti e le carestie......ma un po di studio noooooo....

    Report

    Rispondi

  • vpmiit

    08 Luglio 2015 - 16:04

    Ma siete ubriachi? M5S al 25% ????? Lega al 20% ?????????? No, no, siete solo "giornalisti" di Libero...

    Report

    Rispondi

  • ValeryMonaco

    08 Luglio 2015 - 15:03

    Già il male minore. Teniamocelo. Ma facciamo in modo che l'Europa sia economia (per le aree forti) e non politica (per chi è vissuto a sbafo, non soltanto in Grecia).

    Report

    Rispondi

  • nick2

    08 Luglio 2015 - 14:02

    Il mondo è nel mezzo di una tempesta. Noi italiani, insieme ad altri europei, stiamo affrontandola su una grossa nave, che giocoforza sta subendo danneggiamenti. Alcuni di noi cercano di ripararla, altri ascoltano imbonitori da strapazzo e la vorrebbero abbandonare, pretendendo di salvarsi la vita imbarcandosi su una piccola scialuppa già affondata 15 anni fa…

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog