Cerca

La protesta

Compravendita senatori, la protesta del centrodestra: "Sentenza è atto di violenza politica"

Renato Brunetta

Renato Brunetta

La protesta dei parlamentari di centrodestra è arrivata pochi minuti dopo la sentenza del Tribunale di Napoli che ha condannato Silvio Berlusconi e Valter Lavitola per la compravendita dei senatori nel 2008. Tra le prime reazioni, c'è stata quella dell'ex Forza Italia Fabrizio Cicchitto che ha attaccato il doppiopesismo dei giudici: "Seguendo il meccanismo che ha portato alla condanna di Berlusconi, allora anche Cossiga avrebbe dovuto essere come minimo seriamente indagato quando spostò una trentina di parlamentari dal centro-destra all’Udr che poi fu fondamentale per la nascita del governo D’Alema che giustamente bombardò gli stragisti serbi. Quella fu una operazione provvidenziale e invece quella di Berlusconi un’operazione criminale".

Sovietici - Il capogruppo al senato Renato Brunetta attacca più duramente una sentenza che appare come: "un inaccettabile atto di violenza politica. Il processo ricorda nel suo svolgimento le procedure staliniane, allorché il procuratore Vyšinski vedeva nel
dissidente un nemico da abbattere, un avversario da sconfiggere, un cane rabbioso da fucilare. La sentenza non avrà effetti perché il reato di corruzione è passato in prescrizione: "Il fatto che non abbia conseguenze penali - ha aggiunto Brunetta - non rende meno sconvolgente quel che è accaduto. Si vuole semplicemente giustiziare moralmente chi si oppone al potere assoluto di una casta. Non finisce qui"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • uomoragno

    09 Luglio 2015 - 19:07

    Bravo non finisce qui! Facciamo così: rinunci alla prescrizione e si difenda. Del caso Ruby è stato assolto vediamo un po' in questo! E lei la smetta di genuflettersi e raddrizzi la schiena. Lo ha già ringraziato a sufficienza per quello che le ha dato

    Report

    Rispondi

  • Chry

    08 Luglio 2015 - 22:10

    Brunetta... ma vaffanculo!

    Report

    Rispondi

  • alfa553

    08 Luglio 2015 - 22:10

    Ridicoli di forza italia, sempre e tutto ridicolo ciò che tocca al pluricondannato che non se ne vuole andare.

    Report

    Rispondi

blog