Cerca

Media e politica

Carlo Freccero stronca il comunicatore Renzi: "Impari da Varoufakis"

Carlo Freccero, uomo di tv, intellettuale, considerato (non sempre a ragione) il numero uno in Italia tra gli esperti di comunicazione, boccia Matteo Renzi sul terreno del marketing. A sorpresa, visto che, per molti, Renzi è un ottimo comunicatore, una specie di discepolo di Berlusconi.

In un'intervista con il quotidiano online linkiesta, Freccero stronca la trovata di Renzi di allestire un seminario per i suoi onorevoli Pd su come si parla in tv. Dice di prendere esempio da Varoufakis e da "quello che succede in Grecia". "Renzi pensa di occultare i temi principali attraverso la comunicazione. E non si accorge che il nuovismo, la sua categoria estetica, è messo in discussione da altri nuovisti. Intanto lui rischia di passare di moda, di finire dalla boutique all’outlet", dichiara Freccero.

Pochi contenuti - "La comunicazione non basta, servono i contenuti", è l'accusa più pesante che l'ex direttore di rete Rai e Mediaset fa al premier. Renzi ha preso posizione contro i talk show. Dice che lì, in tv, si annidano i gufi. "Non lo condivido", commenta Freccero, "tra stampa e telegiornali Renzi può godere di un coro di consenso totale. Gli unici momenti di diffidenza sono proprio nei talk show, dove la dialettica è imposta per motivi di grammatica televisiva. È chiaro che se ne lamenta". E ancora: "Di fronte a quello che succede in Grecia il premier si mette a fare un seminario sulla comunicazione. Renzi pensa di occultare i temi principali attraverso la comunicazione". Varoufakis è l'uomo nuovo, per Freccero: "Di fronte ai burocrati incamiciati, con cravatte e fisico da direttori generali lui si presenta all’esatto opposto. E lo fa apposta. Sottolinea la sua differenza: si veste in maglietta, gira in moto. Il suo abbigliamento è già una linea editoriale. È la stessa differenza che passa tra un burocrate e un creativo. Varoufakis viene da un altro pianeta. È il brutto anatroccolo che rivela che la favola dell’Europa è falsa". 

Visto che Freccero critica Renzi, sarà pure lui ribattezzato "gufo"? Probabile. 

di Alessandra Menzani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jackie

    jackie

    13 Luglio 2015 - 16:04

    Renzi il Clown Dittatore eletto grazie a un Napolitano golpista che gli ha spianato l'autostrada del potere post comunista per infine fare il servetto della Adolf Merkel e degli gnomi di Bruxelles svendendo la sovranita' del bel paese italiota.

    Report

    Rispondi

  • enricorivo

    11 Luglio 2015 - 06:06

    A Freccero piace parlarsi addosso ma i suoi discorsi sono di alcun interesse fastidiosi e petulanti. Cosa lo invitano a fare ?

    Report

    Rispondi

blog