Cerca

Dietro le quinte

Matteo Renzi intercettato, il sospetto del generale Michele Adinolfi: una "manina" ha tolto gli omissis per sparare sul premier?

Matteo Renzi

Le intercettazioni dei dialoghi tra Matteo Renzi, all'epoca dei fatti segretario Pd che tramava per la caduta di Enrico Letta, e il generale della Guardia di Finanza, Michele Adinolfi, terremotano il governo: il caso, ora, è diventato un caso istituzionale. Ma oltre al dato politico, inizia a circolare un sospetto: perché sono state pubblicate quelle intercettazioni relative alle indagini sulla Cpl Concordia e la metanizzazione dell'isola di Ischia? Insomma, con il caso, quei colloqui - per quanto emblematici e scottanti - c'entrano davvero poco. Nelle intercettazioni, per inciso, si tirano in ballo anche l'allora Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, e suo figlio Giulio. Nella vicenda, bene ricordarlo, l'indagato era Adinolfi, che era nel mirino per un'ipotesi di corruzione. Dunque, eccoci al sospetto: perché quelle intercettazioni esistono ancora? Chi ha deciso di togliere gli "omissis" che proteggevano le conversazioni tra Adinolfi e Renzi? Chi ha tolto gli "omissis" che proteggevano le discussioni tra il generale e alcuni fedelissimi dell'attuale premier? Il sospetto lo avanza lo stesso Adinolfi: si è trattato soltanto di una "svista" o come ha ipotizzato l'alto ufficiale delle fiamme gialle, una "manina" ha agito per sparare contro il premier? Il sottotesto è semplice: c'è chi ipotizza che la magistratura abbia messo nel mirino Renzi (quella magistratura, per inciso, che non ha mai gradito il premier, proprio come - eufemisticamente - non aveva mai gradito Silvio Berlusconi).

Secondo voi davvero qualcuno in magistratura...
Vota il sondaggio di Liberoquotidiano.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tdg43

    12 Luglio 2015 - 20:08

    Il segreto istruttorio che cosa è?

    Report

    Rispondi

  • ValeryMonaco

    12 Luglio 2015 - 17:05

    Chi di omissis ferisce (anche su Expo) di omissis perisce. E' la legge del taglione. Biblica.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    12 Luglio 2015 - 15:03

    Tra la manina di via Gradoli,e quella del letamaio montecitoriano credo che le sedute spiritiche di Mortadellesca memoria stiano continuando...

    Report

    Rispondi

blog