Cerca

Spese pazze

Un milione di euro per i viaggi degli ex-onorevoli: e noi paghiamo

Pietro Grasso e Laura Boldrini

Pietro Grasso e Laura Boldrini

L'ennesima sberla alle tasche dei contribuenti. Gli italiani pagano i viaggi degli onorevoli non solo quando sono in carica, ma anche quando decadono dal loro incarico. Si tratta dell'indennizzo che cade sotto il nome di "rimborso di viaggio ai deputati cessati dal mandato", e costa agli italiani ben 900mila euro l'anno. Viene fuori dal bilancio della Camera che è possibile consultare online da ieri, 13 luglio. Spese folli e immotivate che gravano ancora una volta sulle tasse degli italiani. Qualche possibilità che questo indennizzo venga cancellato? Rasentano lo zero, quasi un milione di euro è infatti stato stanziato per coprire le spese dei viaggi degli ex-onorevoli anche per il 2016 e 2017. Il rimborso viene ripartito secondo un criterio di anzianità al contrario: i deputati delle legislature più recenti intascano di più di quelli più remoti nel tempo. Solo al Senato la solfa è appena diversa: dieci anni dopo l'ultimo mandato, il privilegio decade. Solo il Movimento 5 stelle l'anno scorso ha tentato di cancellare questo rimborso, ma senza successo: la Camera ha fatto muro compatto contro la proposta, i grillini sono rimasti soli e all'angolo, con nient'altro che la promessa di riprovarci. Certo, nello spinoso territorio delle spese folli della politica quel milione di euro scarso è poca roba, ma sarebbe un segnale forte per gli italiani che stringono la cinghia in tempi di crisi. Sono per la verità altre le cifre pazze dei deputati. Quasi quattrocento milioni di euro ci costano gli onorevoli cessati dal mandato e quelli in pensione, su una spesa totale (per tutti gli altri servizi) di 987 milioni di euro. La casta costa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Amos59

    16 Luglio 2015 - 11:11

    Non c'è mai limite allo schifo, all'immoralità per tutti quei comportamenti da arraffoni a sbafo, con la certezza che nessuno potrà interferire perché il potere e la carica glielo consente. La vergogna e i sacrifici non sanno nemmeno dove siano di casa.

    Report

    Rispondi

  • amsicora

    15 Luglio 2015 - 18:06

    che schifo.................... non finirà mai

    Report

    Rispondi

  • silvano45

    15 Luglio 2015 - 18:06

    Indecente immorale ilegale sono questi sprechi e la smetta con le sue boldrinate la sua arroganza la sua supponenza di dare lezione di morale siamo noi che le diamo a leiche vive nel lusso mentre 2 milioni di cittadini muoiono di fame questa ex carrierista Onu che si è montata la testa sogno un 14 luglio come a parigi

    Report

    Rispondi

  • Napolionesta

    15 Luglio 2015 - 17:05

    in Germania li manderebbero a pulire le latrine. Un Italiano in Germania.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog