Cerca

L'inchiesta-bomba

Tirreno Power, guai per il ministro Federica Guidi: quell'incontro con Paola Severino

Federica Guidi

Federica Guidi

Scandalo Tirreno Power. Il governo Renzi avrebbe favorito una leggina ad hoc pur i salvare la centrale di Sorgenia. Un caso-terremoto sul quale alza il velo La Stampa, che pubblica alcune intercettazioni della procura di Savona. Nei guai il sottosegretario Massimo De Vincenti, ma anche il ministro allo Sviluppo Economico, Federica Guidi. Nel dettaglio, la titolare del dicastero, come emergerebbe da alcune intercettazioni ambientali avrebbe incontrato l'avvocato Paola Severino, difensore di Tirreno Power. Una circostanza sospetta: leggi l'approfondimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ohmohm

    ohmohm

    16 Luglio 2015 - 12:12

    Mi raccomando continuate votare PD così votate queste facce........

    Report

    Rispondi

  • comandria

    15 Luglio 2015 - 21:09

    Tranquilli che con De Benedetti non pagherà nessuno, anzi come fa da una vita è capace di prendere anche soldi da questa vicenda. Io ne so qualcosa.

    Report

    Rispondi

  • 15 Luglio 2015 - 19:07

    C'È di mezzo l'ing. (!) quindi per favore zitti e muti. In ogni cosa che ha messo becco ha preso soldi lasciando il deserto...iniziando dalla Olivetti. Solo i Belgi l'han preso a calci in culo se non sbaglio. A proposito ha ancora la tessera n. 1 del Pd? Quindi tutto chiaro!

    Report

    Rispondi

  • seve

    15 Luglio 2015 - 13:01

    Il mio commento è sempre il solito ,sono ladri , litigiosi inetti vanno presi a schiaffi sul muso e mandati a casa ma senza vitalizio .

    Report

    Rispondi

    • 15 Luglio 2015 - 19:07

      Ma noi siamo senza palle e li votiamo sempre E anche i partiti cosiddetti di opposizione sono senza coglioni altrimenti si potrebbe fare qualcosa.

      Report

      Rispondi

blog