Cerca

Alleanze

Flavio Tosi in soccorso di Matteo Renzi: sei ex leghisti pronti a votare le riforme

Flavio Tosi in soccorso di Matteo Renzi: sei ex leghisti pronti a votare le riforme

Il governo di Matteo Renzi potrebbe trovare l'appoggio per le riforme non solo i nazareni doc come Denis Verdini, ma anche da Flavio Tosi. Riporta ItaliaOggi che a dimostrare questa alleanza, c'è anche un tweet del direttore del Foglio Claudio Cerasa che ha scritto: "Il sindaco di Verona, da tempo in rotta di collisione con la Lega Nord, ha scelto di avvicinarsi sempre di più al perimetro di governo, triangolando con l'universo centrista che ruota attorno alla coppia Alfano-Fitto, e nei prossimi giorni potrebbe mettere a disposizione del nuovo soggetto politico che nascerà in Parlamento in sostegno del Pd al Senato e alla Camera".

Del resto Tosi, da quando è stato espulso dal segretario della Lega Matteo Salvini, si è creato un suo "movimento" a Montecitorio e a Palazzo Madama, dove Renzi ha pochi numeri. Si tratta di sei ex-leghisti: al Senato c'è la sua compagna, Patrizia Bisinella, Emanuela Munerato e Raffaela Bellot; alla Camera, Emanuele Prataviera, Matteo Bragantini e Roberto Caon, tutti al momento nei gruppi misti e pronti a convergere in un nuovo soggetto politico con i verdiniani. E poi, inutile negarlo, fra i due c'è sempre stata simpatia. Lo si era visto nei primi mesi del governo Renzi quando il Cipe aveva sbloccato i fondi per il filobus di Verona, opera cara al sindaco, e il sottosegretario Luca Lotti era corso a dare la notizia in anteprima proprio a Tosi. Una telefonata che fece infuriare il Pd veronese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni modena

    19 Luglio 2015 - 08:08

    ehhh so' tutti in cerca di poltrone , non hanno capito che nel Pd c'e' la consuetudine dell'usa e getta . vedi il finito .

    Report

    Rispondi

  • couredoro

    couredoro

    17 Luglio 2015 - 23:11

    Tosi ci ricorderemo anche di tè

    Report

    Rispondi

  • couredoro

    couredoro

    17 Luglio 2015 - 23:11

    Tosi ci ricorderemo anche di tè

    Report

    Rispondi

  • compagno sovietico

    16 Luglio 2015 - 00:12

    In questo caso non c'è il voto di scambio o la corruzione per avere dei benefici successivamente?La magistratura sta indagando dopo aver messo i telefoni sotto controllo ,come per Berlusxoni?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog