Cerca

La sfida del leghista

Matteo Salvini al Quirinale da Sergio Mattarella: "Grazia per Antonio Monella"

Sergio Mattarella e Matteo Salvini

L'ultima sfida di Matteo Salvini: chiede a Sergio Mattarella la grazia per Antonio Monella, cittadino bergamasco in carcere da 10 mesi perché ha ucciso un rapinatore che era entrato (per l'ennesima volta) nella sua proprietà. Il leghista, fiero sostenitore della possibilità di difendersi da soli, al termine dell'incontro ha spiegato: "Penso che la legittima difesa sia un diritto, e spero che il presidente della Repubblica ci dia una mano a liberare un uomo, un imprenditore che si è pentito e che dovrebbe stare a casa e non in galera".

"Renzi, così non va" - Il leghista si dice soddisfatto del colloquio avuto col Capo dello Stato. I due hanno parlato di riforme, e Salvini spiega: "Renzi non può andare avanti da solo, ma deve coinvolgere tutti quanti altrimenti salta tutto". Il leghista si è detto disponibile a "migliorare pessime riforme", e ha aggiunto: "Se pensa di farlo con qualche deputato raccattato in tabaccheria gli faremo la guerra".

Il tema-pensioni - In quello che ha definito un incontro "cordiale e positivo", Salvini ha anche affrontato il tema della riforma Fornero, "che dal nostro punto di vista è un'emergenza. Le pensioni e il lavoro - ha aggiunto - sono le vere urgenze, non certo la riforma della Rai che diventa tele-Renzi". Infine, si rivolge ancora al premier: "Adesso vediamo se Renzi perde un poco della sua arroganza e viene a parlare con noi leghisti brutti e cattivi. Mattarella - ha concluso - dice che bisogna dialogare e noi siamo pronti, se Renzi vuole sedersi a un tavolo vediamo...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Ben Frank

    Ben Frank

    16 Luglio 2015 - 10:10

    Ma tutti questi nick, pini e tontoloni che berciano contro salvini e chi difende sè stesso, i suoi e il suo, oltre che ad essere una marmaglia di cattokomunisti in malafede, non saranno essi stessi delinquenti, o parenti di delinquenti, o loro complici? Fuori le fedine penali, cialtroni!

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      10 Agosto 2015 - 19:07

      Condivido pienamente con Ben Frank, aggiungerei di andarci cauto con le fedine penali se no diventa come un grosso calderone del PDioti vedi su alcuni giornali i traditori, vedi Roma capitale ecc. ecc.

      Report

      Rispondi

  • routier

    16 Luglio 2015 - 08:08

    Monella e Stacchio vanno elogiati, non condannati. L'eccesso di legittima difesa è una delle tante aberrazioni di un codice penale che definire anacronistico è solo un dolce eufemismo e applicato da azzeccagarbugli esperti di pandette.

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      10 Agosto 2015 - 19:07

      Come non condividere con routier.

      Report

      Rispondi

  • alvit

    16 Luglio 2015 - 07:07

    @nick2 @tontolomeo ecc. ma è vero quello che si dice, che l'auto doveva poi transitare dalle vostre parti? Certo che essere abbietti come voi sono molto difficili da trovare, basta venire su questo blog e i cretinoidi più grandi ci appaiono. Voi.

    Report

    Rispondi

    • nick2

      16 Luglio 2015 - 09:09

      Forse hai ragione, bisogna essere dei cretinoidi per illudersi che in questo blog ci siano persone dal QI normale e soprattutto che siano in grado di riflettere. Pazienza.

      Report

      Rispondi

  • tontolomeo baschetti

    15 Luglio 2015 - 20:08

    Salvini, tu sei un imbecille e come tale devi parlare solo di zingari e terroni.

    Report

    Rispondi

    • Bolinastretta

      16 Luglio 2015 - 09:09

      invece il tuo commento ricco di contenuti e scevro da pregiudizi ti erge a RE degli ignoranti!!!

      Report

      Rispondi

    • zydeco

      15 Luglio 2015 - 22:10

      Sara' anche un imbecille, ma devi onestamente ammettere che in fatto di intelligenza ti da molti punti.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog