Cerca

Annuncite

Matteo Renzi, l'ossessione per il Cav. Lancia il "patto con gli italiani": "50 miliardi di tasse in meno "

Matteo Renzi, l'ossessione per il Cav. Lancia il "patto con gli italiani": "50 miliardi di tasse in meno "

Matteo Renzi lancia il "patto con gli italiani": riforme e il taglio di 50 miliardi di tasse in 5 anni. Una formula già sentita, per la precisione da Silvio Berlusconi. Difficile non intravedere una "ossessione" per il Cav da parte di quello che i più critici (soprattutto a sinistra) definiscono essere il vero, unico erede dell'uomo di Arcore. E del suo "contratto con gli italiani".

Ai microfoni del Tg2 il premier insiste sul piano di riduzione fiscale proposto sabato all'Assemblea Pd. "È un patto che propongo agli
italiani: se le riforme vanno avanti, saremo in condizione di abbassare di 50 miliardi in 5 anni le tasse agli italiani. Se il Parlamento fa le riforme, nel 2016 via tutte le tasse della prima casa, Imu e Tasi". "Lo abbiamo sempre detto - sottolinea Renzi - se finalmente il Parlamento fa le riforme, e io credo che ce la farà, per gli italiani si libera la possibilità di pagare meno. Abbiamo sempre detto che, finalmente, dopo tanti anni di immobilismo, si può. È un messaggio forte che rivolgiamo agli italiani. Per anni i politici hanno detto vi tassiamo, vi tassiamo, vi tassiamo. Noi invece, da quando siamo al governo, abbiamo iniziato a restituire soldi che sono degli italiani". Renzi assicura che le risorse per sforbiciare le imposte ci sono: "La possibilità di farcela è evidente. È un piano che stiamo studiando da almeno sei mesi. I numeri per portare a casa questo risultato ci sono, a condizione che il Parlamento continui a lavorare con intensità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roberto.ampelio

    20 Luglio 2015 - 12:12

    Renzi è un Berlusconi .....ci meritiamo altri 20 anni di Berlusconismo chiamato oggi Renzismo??Credo di no saluti

    Report

    Rispondi

  • eziocanti

    20 Luglio 2015 - 11:11

    Questa è un'altra sparata del dilettante allo sbaraglio, invece di fare certe promesse di cose che farà (indicativo futuro), non sarebbe meglio pagare subito i 70 miliardi che la P.A. deve a commercianti, artigiani, ecc. costretti a fallire e chiudere l'azienda con ulteriore perdita di posti di lavoro ? Ma si sa, le promesse non costano nulla, però in vista di elezioni pagano ! Povera Italia !

    Report

    Rispondi

  • accanove

    20 Luglio 2015 - 10:10

    il 10% delle entrate in meno? Mago Forester...... un giocatore di pocker se in difficoltà fa il bluff, sente le elezioni vicine (e questa volta si sottoporrà all voto direttamente e non sulle spalle altrui) ed ha iniziato la campagna elettorale

    Report

    Rispondi

  • kufu

    19 Luglio 2015 - 21:09

    Il Patto!!! Ecco i due pifferai magici, voto in cambio di riduzione tasse. Ma gli italiani non meritano questo politici

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog