Cerca

La difesa

Sicilia, Rosario Crocetta parla dopo lo scandalo intercettazioni: "Due giorni come un lebbroso, colpevole di nulla"

Sicilia, Rosario Crocetta parla dopo lo scandalo intercettazioni: "Due giorni come un lebbroso, colpevole di nulla"

"Ho vissuto due giorni come un lebbroso colpevole di nulla" dice il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, in un'intervista rilasciata a Rai News. Il governatore è nell'occhio del ciclone per una stralcio di un'intercettazione diffusa dal settimanale l'Espresso nella quale Crocetta tace dopo che il suo medico, Matteo Tutino, avrebbe detto che Rita Borsellino doveva essere "fatta fuori come il padre", il magistrato Paolo. "Un reietto - ha aggiunto Crocetta - pensavo di non potere di uscire di casa per guardare gli occhi della gente. È stata ed è un’istigazione al linciaggio". Al Corriere della Sera poi ha fatto dietrofront sulla sua iniziale decisione di autosospendersi dalla carica di governatore: "Non mi dimetto, sono un combattente e un combattente muore sul campo". Alla vigilia del giorno della commemorazione per l'anniversario della strage di via D'Amelio, Manfredi Borsellino, figlio del magistrato ucciso dalla mafia, ha detto che sua sorella Lucia "ha portato la croce", Crocetta ha controbattuto: "Porto la croce con lei e la condivido dal primo giorno. Manfredi mi darà forse atto che con Lucia ho parlato più di lui in questi anni. Ho visto i suoi problemi, le sue croci erano le mie".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pestifero

    21 Luglio 2015 - 15:03

    Boh, arrivo a sperare che veramente non abbia sentito altrimenti i due giorni da lebbroso saranno per lui solo un sollievo rispetto a quello che lo attende per tutti gli altri che gli restano da vivere

    Report

    Rispondi

  • acer2000

    20 Luglio 2015 - 20:08

    Non so se la frase ignobile esiste o no ma i fatti dicono che sei un disastro: stipendio da nababbo finaze siciliane alla bancarotta giunta che in 24 mesi cambia 32 assessori. Visti i fatti e non le chiacchiere un fallimento su tutta la linea

    Report

    Rispondi

  • Agrustos

    20 Luglio 2015 - 12:12

    E se dietro ci fosse una manina, che con abilità, abbia confezionato una polpetta avvelenata perché, attraverso Crocetta, la mangiasse Renzi ?

    Report

    Rispondi

  • seve

    20 Luglio 2015 - 09:09

    Ma non è uno Stato come si picca di essere ,e allora fiaccolate e palle del genere che lasciano il tempo che trovano , allora significa che in parte è connivente - praticamente è Mafioso anche lui.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog