Cerca

I guai del Pd

Sicilia, scandalo Crocetta: il piano di Renzi per blindare il governatore fino a dicembre e votare in primavera insieme a Roma

Sicilia, scandalo Crocetta: il piano di Renzi per blindare il governatore fino a dicembre e votare in primavera insieme a Roma

Sostenere Ignazio Marino e Rosario Crocetta fino a gennaio, per non rischiare l'osso del collo. E poi andare al voto in primavera, in un election day forse meno rischioso. E' l'effetto domino a terrorizzare Matteo Renzi, alle prese con gli scandali che stanno travolgendo le amministrazioni di centrosinistra da Nord a Sud a meno di un anno di distanza da una tornata elettorale fondamentale. Oltre a Milano e Napoli, il rischio concreto (quasi certezza) è che si torni al voto anche in Sicilia e a Roma.

"Se in Sicilia si vota ora, vince Grillo" - Nell'isola il governatore Crocetta è stato di fatto sfiduciato dal Pd per la vicenda delle presunte intercettazioni su Lucia Borsellino e per il malgoverno generale di un'amministrazione travolta dai debiti. Se il presidente lasciasse ora, si dovrebbe tornare alle urne in autunno. "Sappiamo tutti come può andare a finire", avrebbe confidato ai suoi Renzi, mentre qualche fedelissimo secondo il Corriere della Sera si è lasciato andare a previsioni ancora più dettagliate: votare a ottobre "significherebbe regalare la regione a Beppe Grillo e far arrivare il Pd non secondo, bensì quarto". Un disastro che come spesso in politica avrebbe conseguenze psicologicamente pesanti anche in contesti slegati dal voto siciliano. Per questo l'obiettivo immediato è appoggiare il governatore nell'operazione rimpasto, fino a dicembre, per poi far crollare il castello di carte a gennaio. Occhio però, perché l'orgoglioso Crocetta ha chiesto un mese di tempo per fare alcune riforme e poi si è detto disposto a dimettersi. In quel caso, però, sarebbe uno sgambetto al Nazareno, non un favore.

Il caso Marino - Nella primavera 2016, infatti, molto probabilmente sarà il turno delle elezioni nella Capitale, visto che il sindaco Marino sembra sempre più incapace di reagire all'impasse della sua Giunta, tra guai giudiziari e gaffe mediatiche. Renzi già preannuncia una seconda ospitata a Porta a porta da Bruno Vespa, si sussurra per congedare definitivamente il sindaco. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • babbone

    21 Luglio 2015 - 16:04

    Fanno quello che je pare e nessuno gli dice niente. cojoni.

    Report

    Rispondi

  • solerosso34

    21 Luglio 2015 - 13:01

    matteo renzi non deve dare retta ne a repubblica ne all'espresso 2 giornali di de benedetti. uomo incapace su tutto ma non a distruggere l'italia e gli italiani. per questo rivolgersi a fini e casini. se crocetta, farà causa per risarcimento danni, lasci perdere i magistrati suoi sottoposti, non gli faranno pagare nemmeno le scuse .se dopo tutt questi anni non avete capito dove è il marcio spar.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    21 Luglio 2015 - 11:11

    Non oso pensare alla legnata megagalattica che il Pd(poltrone &divani)prenderà dal popolo siciliano,a cui seguirà quella di roma.Stavolta il Pd sublima.

    Report

    Rispondi

blog