Cerca

Alleanza liberalpopolare per le autonomie

Il progetto di Denis Verdini: una coalizione con Alfano e Casini

Il progetto di Denis Verdini: una coalizione con Alfano e Casini

Gli ultimi scatoloni li ha portati via ieri mattina. Poi, oggi, terrà la conferenza stampa di presentazione del suo gruppo, Alleanza liberalpopolare autonomie. Saranno lui e altri nove, cioè dieci in tutto: la soglia minima per dare vita a un gruppo autonomo al Senato. Con lui, alla fine, ci saranno Riccardo Mazzoni di Forza Italia e Riccardo Conti, già transitato giorni fa nel gruppo misto; poi due pedine strappate a fitto, Ciro Falanga ed Eva Longo; quindi, i cinque provenienti dal Gal: Lucio Barani, che sarà il capogruppo, Giuseppe Compagnone, Vincenzo D'Anna, Antonio Scavano e Pietro Langella, mentre Domenico Auricchio alla fine non ha ceduto al corteggiamento. Alla Camera, invece, si attenderà ancora qualche giorno per dare notizia del nuovo gruppo. Ma l'obiettivo vero, scrive oggi il quotidiano La Repubblica, è l'approdo in una grande coalizione di centristi della quale Angelino Alfano e Pier Ferdinando Casini sarebbero i promotori. Il sottosegretario di Ncd Giuseppe Castiglione starebbe già da giorni lavorando in quella direzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sorbelloclaudio

    07 Agosto 2015 - 15:03

    Se rovista nei cassonetti della spazzatura, c'è di meglio e dell'altro.

    Report

    Rispondi

  • gabrielegarzoli

    05 Agosto 2015 - 02:02

    All'appello manca solo Fini poi potreste chiamarlo i Fuori di Meloni

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    29 Luglio 2015 - 18:06

    ...la plastica rappresentazione dello squallore dei nostri rappresentanti politici!!

    Report

    Rispondi

  • kidwiller

    29 Luglio 2015 - 16:04

    E' possibile che nessun partito proponga una riforma che cambi queste cose? Io voterò un partito che introduca il vincolo di mandato, nel senso che chi viene eletto in un partito non può cambiare casacca senza decadere da parlamentare, solo così il potere in parte tornerà nelle mani del popolo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog