Cerca

Caro addio

Denis Verdini lascia Forza Italia e intasca 600mila euro

Denis Verdini lascia Forza Italia e intasca 600mila euro

Denis Verdini, dopo l'addio a Forza Italia, raccoglie a sè dieci senatori e presenta il gruppo "Alleanza liberalpopolare - Autonomie". Ci sono il medico (e neo capogruppo) Lucio Barani, Pietro Langella, il toscano Riccardo Mazzoni, Eva Longo, Giuseppe Compagnone, Ciro Falanga, Riccardo Conti, e Antonio Scavone. I forzisti (o almeno quelli ancora iscritti al gruppo di Forza Italia) sono solo due. Pertanto la perdita per il bilancio azzurro - sottolinea Il Giornale - è di 118mila euro l' anno sotto forma di contributo annuale legato al numero delle adesioni. Per un totale di 590mila euro che Verdini potrà mettere a bilancio.

Niente sentimentalismi: "Il divorzio da Berlusconi? Fa male, ma me lo tengo dentro". Garantisce che non entrerà mai nel Pd. "Tranquillizziamo la sinistra Pd, non vogliamo entrare in quel partito che ha luci e ombre... Se avessi voluto da toscano l' avrei fatto in età giovanile". Gli obiettivi della nuova formazione politica? Li chiarisce Verdini: «Vogliamo portare a termine la legislatura costituente volta a dare una cornice moderna all' impianto istituzionale dello Stato. Poi c' è una prospettiva politica che è nelle cose e che ritiene che l' area moderata sia il centro del Paese. Il centro determina sempre la vittoria dell' una o dell' altra parte ma per determinarla deve avere la libertà di potersi muovere senza pregiudizi e realizzare le riforme con una maggioranza allargata significa dare stabilità agli elettori".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • oennecolor

    oennecolor

    05 Agosto 2015 - 10:10

    tutto é chiaro con.. lo scuro _!! sicuramente il suo portafoglio si allargherà__ mah !!!!!! l hyper idiota e lercio traditore sarà tra non molto ... piu verde del suo cognome ... dalla onta !!!!

    Report

    Rispondi

  • routier

    01 Agosto 2015 - 19:07

    Uscire da un partito per salvare la poltrona non serve. Tanto poi alle prossime elezioni la gente i conti li sa fare.

    Report

    Rispondi

  • 12ZAMPE

    01 Agosto 2015 - 16:04

    pena e disgusto....opportunista vergognoso, all'alfano....peggio di questo.........

    Report

    Rispondi

  • encol

    31 Luglio 2015 - 13:01

    Non capisco come abbia fatto uno navigato come Berlusconi a circondarsi di tanti saltinbanchi - Gentaglia che non ha mai lavorato un solo giorno e che vive di espedienti. Oh ben inteso non è questo il solo abbiamo esempi, una infinità, anche a livelli ben più alti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog