Cerca

Pagato

Il premier Renzi incassa il Tfr: 48mila euro da sindaco e presidente della Provincia

Il premier Renzi incassa il Tfr: 48mila euro da sindaco e presidente della Provincia

Il presidente del consiglio Matteo Renzi riscuoterà presto il suo Tfr. Si aggirerà intorno ai 48 mila euro lordi la cifra del trattamento di fine rapporto che porterà a casa. I soldi provengono dai versamenti dei contributi dalla Provincia e dal Comune di Firenze nel periodo che va dal 2012 al 2014. Saranno i cittadini fiorentini che in qualità di contribuenti, hanno dato la buona uscita al loro ex sindaco. Come conferma l'articolo de Il Fatto Quotidiano, da più di un anno sono sul conto corrente del premier poiché il dato è contenuto nel bilancio della società, controllata dalle sorelle Matilde e Benedetta con la mamma Laura, e depositato da poco.

Un tesoretto accumulato grazie a delle scelte furbe quando 12 anni fa la famiglia di Renzi, alla vigilia della sua candidatura alla Provincia, lo assunse nell'azienda di famiglia. Quando il padre cedette alla madre il ramo dell'azienda nel 2010, il tfr di Matteo venne salvato in un'altra società per impedire di perderlo completamente dato il fallimento dell'impresa nel 2013. I 48 mila euro tassati sono stati calcolati a partire dal bilancio del 2014 della Eventi 6 srl, quando l'azienda pagò il tfr per 60.787 euro ai dipendenti (tra cui Matteo) che lasciarono la società. Nel 2010 il tfr accumulato dal premier era intorno ai 28mila euro, senza contare gli altri 14 mila che il Comune di Firenze ha versato in più per lui durante gli anni 2010-2013.

La somma totale al febbraio del 2013 quindi girava intorno ai 43 mila ai quali si aggiungono i versamenti per l'ultimo anno da primo cittadino di Firenze. Grazie allo Statuto dei lavoratori, Renzi beneficia anche dei contributi figurativi per aver ceduto alla madre le sue quote dell'altra società di famiglia la Chili Post srl. Così il Presidente della Provincia eletto nel 2004 ha diritto al versamento dei contributi da parte dell'ente locale ai fini della pensione e del tfr. Mentre Renzi impone ai giovani di rinunciare alle garanzie dell'articolo 18, beneficia di un tesoretto furbetto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    31 Luglio 2015 - 12:12

    Il bullo arrafferà il possibile per sparire appena possibile. Per lui è stato come al gioco della fortuna.

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    31 Luglio 2015 - 10:10

    li dia al popolo (bisognosi) in beneficenza, come dal popolo (in beneficenza) li ha ricevuti lui!!

    Report

    Rispondi

  • cartonito

    31 Luglio 2015 - 09:09

    a bruno osti non domandiamoli se c'è o ci fa ,lui di sicuro c'è ,ah!! bruno un operaio dopo 40 anni non li prende tutti quei soldi mentre lui li ha presi dopo due anni se a te sembra normale l'ho già detto ci sei e per cotesta malattia non si trovano medicine.

    Report

    Rispondi

  • brasile47

    30 Luglio 2015 - 17:05

    State sereni ,continuerò a fregare il popolo che non mi ha votato,a fare lo sbruffone ed a non mantere la maggior parte delle promesse

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog