Cerca

L'investitura

Gabriele Albertini: "Paolo Del Debbio sindaco di Milano? Lui è una Formula Uno, con performance uniche"

Gabriele Albertini

In campo. Non in campo. Forse in campo. Il grande protagonista del gossip politico delle ultime settimane è Paolo Del Debbio, l'uomo su cui Silvio Berlusconi vorrebbe scommettere come prossimo sindaco di Milano, il conduttore Mediaset al quale la politica, forse, calzerebbe a pennello. Lui si è mostrato inizialmente possibilista, per poi chiudere la porta, almeno in apparenza. Ora, a "sostenere" la sua candidatura, scende in campo anche l'alfaniano più amato di Milano, città di cui fu popolarissimo sindaco, ossia Gabriele Albertini.

"Una Formula Uno" - Intervistato da Il Giornale, il primo cittadino meneghino, interrogato su cosa pensa di Del Debbio candidato, spiega: "Una Formula Uno, con performance uniche per scatto e velocità e con un'elettronica delicata. A volte difficile da guidare. Dotatissimo, eccezionale per cultura, umanità, valori etici. Toscano, con un carattere difficile. In 5-6 anni abbiamo litigato una volta. Con i miei silenzi e i suoi improperi". Un ritratto particolare, quello che tratteggia Del Debbio di Albertini, ma resta quella considerazione: "Una Formula Uno". Dunque, vettura difficile da domare, ma in grado di battere tutti quanti. Un'assoluta investitura, dunque.

"Le personalità..." - Albertini, poi, spiega che il suo "candidato preferito" - non fosse altro per ragioni di partito - resta Maurizio Lupi: "Sarebbe perfetto. Fu protagonista della rigenerazione urbanistica della città. Era il mio candidato prima che la situazione volgesse al peggio con quella gogna mediatica da cui è uscito con dignità e lealtà. Il punto è se riesce a essere candidato di tutto il centrodestra. Altrimenti - sottolinea - sarebbe uno spreco enorme". Al termine dell'intervista, quando gli si chiede se "un conto è Salvini contro Fiano, altro Majorino contro Del Debbio", Albertini, sornione, conclude così: "Le personalità in campo cambiano tutto. Proprio tutto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mai

    01 Agosto 2015 - 12:12

    Paolo, resta dove sei, lì puoi dire la"tua", lì non ti sarà possibile e non saresti più tu. Continua nel tuo lavoro, che fai molto bene.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    31 Luglio 2015 - 22:10

    Paolo fermati !!! Lascia a questi cialtroni di ignoranti che governino e così possono dimostrare quanto questa politica sia una presa per il culo dei cittadini onesti.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    31 Luglio 2015 - 21:09

    ...infastidisce così tanto da volerlo eliminare dallaTV?

    Report

    Rispondi

  • gigi il negher

    31 Luglio 2015 - 19:07

    milibe - Libero di dire ciò che pensa, un po come Sallusti ....

    Report

    Rispondi

    • milibe

      01 Agosto 2015 - 07:07

      sempre meglio della maggioranza indottrinata e con il paraocchi

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog