Cerca

Il retroscena

Le condizioni di Angelino Alfano a Matteo Renzi

Le condizioni di Angelino Alfano a Matteo Renzi

Alfaniani, verdiniani, socialisti, montiani ed ex grillini possono fare molto comodo al governo Renzi che vista l'opposizione interna della sinistra dem ha bisogno di altri appoggi per andare avanti. Per questo, riporta il Giornale, ora dettano le loro condizioni.

Ncd e ex Udc - Partiamo da Angelino Alfano che con gli ex Dc ha creato Area popolare: sono 34 alla Camera e 35 al Senato. A parte i temi etici sono più renziani di molti dem. Ma hanno una richiesta da inoltrare al premier: una modifica della legge elettorale che apra al premio di coalizione (improbabile) o agli apparentamenti al secondo turno.

Verdiniani e socialisti- Poi ci sono gli uomini di Denis Verdini: 7 alla Camera e 10 al Senato. Hanno lasciato Silvio Berlusconi in nome delle riforme e perché "le elezioni si vincono al centro", basta lasciargli qualche seggio. Stesse intenzioni per i superstiti del Psi (sono 7 tra Camera e Senato) e per sei parlamentari che hanno lasciato la Lega per il sindaco di Verona, Flavio Tosi.

Scelta civica ed ex grillini - Più difficile il capitolo Scelta civica: sono 24 deputati. Il sottosegretario Enrico Zanetti sta lavorando per scrollarsi di dosso l'eredità montiana quindi chiede a Renzi riforme a minore densità di tassazione. Più ostici gli ex pentastellati: sono 24 tra Camera e Senato. Conquistarli per il presidente del Consiglio non sarà facile: alcuni di loro stanno formando movimenti paralleli al M5S quindi sarà già un successo riuscire a portarne la metà dalla sua parte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ernesto1943

    03 Agosto 2015 - 14:02

    ma quali condizioni possonodettare sti affamati di sgabelli ormai hanno detto addio alla dignità,al rispetto di se stessi alla parola onore ,quando questi valori vengono meno il destino di questi personaggi è segnato.

    Report

    Rispondi

blog