Cerca

Massacrato

Ipr Marketing, il sondaggio sugli errori di Matteo Renzi: Denis Verdini, il no all'arresto di Azzollini e la riforma della Rai

Ipr Marketing, il sondaggio sugli errori di Matteo Renzi: Denis Verdini, il no all'arresto di Azzollini e la riforma della Rai

Il Partito democratico è in crisi: lo dimostrano le schermaglie in Parlamento e lo dimostrano le continue minacce di Matteo Renzi, che un giorno sì e l'altro pure ricorda al suo partito che si potrebbe presto tornare al voto. Dite pure addio alla poltrona, dunque: questo il messaggio rivolto dal premier alla minoranza democrat. Peccato però che la pistola sembri scarica: possibile che Renzi accetti di andare al voto col Consultellum? Difficile, molto difficile.

Il sondaggio - Ma le difficoltà dell'inquilino di Palazzo Chigi non sono soltanto interne al Parlamento e al partito. Già, perché anche i sondaggi lo puniscono: il crollo di fiducia è verticale, così come paiono lontanissimi i tempi del 40% alle Europee. Ora, a completare il quadro dei sondaggi, ci viene in soccorso IPR Marketing, che su Il Giorno pubblica una interessante analisi. Il focus è sulle delusioni dell'elettorato democratico, i tre "peccati capitali" del premier.

Il "podio" - Al primo posto c'è l'appoggio di Denis Verdini, che non piace all'80% dell'elettorato democratico. Seconda piazza per il voto contrario all'arresto di Azzollini, un "privilegio salva-casta" bocciato dal 75% dell'elettorato. Infine, in questi giorni caldissimi sul tema, ecco il voto sulla riforma Rai, una legge sulla quale regna la confusione: il 50% di chi vota (o votava?) Pd non apprezza affatto la gestione della questione.

"Entusiasti in calo" - Infine un altro dato interessante, sempre relativo a chi si dichiara elettore del Pd: lo scorso settembre gli elettori democrat si dividevano in un 70% di "renziani entusiasti", in un 10% di "renziani critici" e in un 20% di antagonisti al premier. Oggi le cifre sono profondamente mutate: se pur gli antagonisti restano al 20%, i critici sono schizzati al 40% mentre infine i renziani entusiasti sono altrettanto scivolati al 40 per cento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marari

    04 Agosto 2015 - 15:03

    Facciamo prima a fare la lista della spesa, che elencare gli errori di Renzi, ma il primo è sicuramente quello di essere contro l'Italia e gli italiani. Andrebbe processato assieme a Napolitano, Monti e Letta.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    04 Agosto 2015 - 14:02

    Manca quello più grosso e forse il principale.La legge sulla cittadinanza facile o Jus Soli....

    Report

    Rispondi

  • robylella

    04 Agosto 2015 - 13:01

    L'errore è uno solo anzi due: Renzi e la sinistra!

    Report

    Rispondi

  • angkorwatt59

    03 Agosto 2015 - 21:09

    essere nato

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog