Cerca

Oggi le comiche

Rai, il nuovo Cda già in bilico: quattro componenti illegittimi perché pensionati, possono restare solo un anno e senza stipendio

Carlo Freccero

Poche ore dopo la nomina, la bufera: il nuovo Cda della Rai è già in bilico. Galeotto fu un impedimento normativo che nessuno degli sherpa che hanno gestito la questione delle nomine ha tenuto in considerazione. Sul caso ha alzato il velo il sito de L'Unità: il problema sono i pensionati, incompatibili con la nomina in Viale Mazzini. E caso vuole che la metà dei neo-consiglieri, di fatto, sia incompatibile: Carlo Freccero, Guelfo Guelfi, Arturo Diaconale e, forse, anche Giancarlo Mazzucca. Il caso, dunque, riguarda consiglieri espressi da M5s, Pd e Forza Italia.

Il provvedimento - La materia è complessa, e trova fondamento in un provvedimento del ministero della Pubblica amministrazione e della Semplificazione del febbraio 2015, che richiama un'apposita circolare in cui vengono chiarite le norme sull'applicazione degli "incarichi dirigenziali a soggetti in quiescenze". La ratio della legge è chiara, ovvero evitare l'uso da parte delle amministrazioni pubbliche di soggetti in quiescenza, ovvero in pensione, in modo da "assicurare il ricambio e il ringiovanimento del personale pubblico. In particolare - recita la norma - il divieto riguarda gli incarichi di studio e di consulenza, incarichi dirigenziali o direttivi, cariche di governo nelle amministrative e negli enti e società controllati".

Exit-strategy - Ovviamente la regola si applica anche alla tv di Stato. Dunque il Cda è già destinato a cadere in gran parte? Forse. O forse no. Esiste infatti un modo per confermare le nomine: se l'incarico viene svolto in modo gratuito e non per più di un anno. Carlo Freccero, da par suo, si è già detto disponibile. La soluzione, comunque, sarebbe a termine: dodici mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    05 Agosto 2015 - 16:04

    Freccero che lavora gratis? Quanti ci crederanno? Io non saro' certamente fra quelli.

    Report

    Rispondi

  • accanove

    05 Agosto 2015 - 15:03

    sarebbe ossigeno per le disgraziate casse statali che questi lavorassero gratis ma non ci crede nessuno, uno stratagemma per farli gravare ancora sulle nostre tasche il toscanello lo trova di sicuro.

    Report

    Rispondi

  • tontolomeo baschetti

    05 Agosto 2015 - 15:03

    Bolinastretta - Fosse così semplice .... serve il parere del Porco Delinquente.

    Report

    Rispondi

    • rocchetti12

      05 Agosto 2015 - 16:04

      mi sembri abbastanza incagnito contro Berlusconi, stai sereno, tranquillo, mi fai una grande invidia perchè vivi una vita di merda e non te ne rendi conto, che fortuna hai.

      Report

      Rispondi

  • Bolinastretta

    05 Agosto 2015 - 15:03

    E che problema c'è??' col governo Renzi domani si modifica si straccia il vecchio e se ne fa una su misura, voto di fiducia e viaaa!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog