Cerca

La nomina

Antonio Campo Dall'Orto è il nuovo direttore generale della Rai

Antonio Campo Dall'Orto è il nuovo direttore generale della Rai

Il nuovo Cda della Rai nominato dalla Commissione di Vigilanza non ha disatteso le aspettative sulla nomina del nuovo Direttore generale di viale Mazzini, facendo cadere la scelta sul favorito renziano Antonio Campo Dall'Orto. Manca quindi solo la ratifica dell'assemblea degli azionisti Rai perché la nomina sia esecutiva, ma sarà un passaggio formale senza sorprese. Il nuovo Dg succede a Luigi Gubitosi, il cui mandato era scaduto a giugno e prorogato fino ai giorni scorsi. La nomina di Campo Dall'Orto arriva dopo quella che da molti è stata interpretata come l'investitura diretta del premier che, commentando la figura del manager, lo aveva elogiato per esperienza e professionalità, rendendo esplicita la preferenza del governo su chi avrebbe dovuto guidare la Rai.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    07 Agosto 2015 - 09:09

    Il sistema è quello mafioso ovvero l'amico dell'amico nei posti di comando ovvero il PCI di passata memoria ma sempre attuale, mai sepolto.

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    07 Agosto 2015 - 08:08

    Appena ieri strombazzavate la nuova Rai di Silvio, col suo faccione soddisfatto a deliziare i bananas...Vi pigliate per i fondelli da soli e stressate pure il vostro lettore tipo: dall'euforia alla disperazione in due brevi sventurati passaggi. Il mio metodo resta infallibile: interpretare da subito il contrario di quanto sottoscrivete.

    Report

    Rispondi

  • marco53

    07 Agosto 2015 - 02:02

    Che schifo, che magna magna politico!

    Report

    Rispondi

  • salvamina

    06 Agosto 2015 - 19:07

    Si continuera' alla rai nascondere le verita' agli Italiani come lo e' stato fatto da sempre, e' inutile dire che non abbindoleranno gli Italiani con le chiacchiere inculcate agli stessi, il potere nelle sue incapacita' sia governative e giudiziarie sara' sempre ''protetto'' da chi in fede fara' come sempre, altro che gli Italiani non ci cascheranno poiche' tolti i pochi rimangono i tanti stupidi.

    Report

    Rispondi

blog