Cerca

Madre Russia, ortodossia

Pd, alla festa di Bologna il manifesto sovietico (in attesa di Pier Luigi Bersani): polemica nel partito

Pd, alla festa di Bologna il manifesto sovietico (in attesa di Pier Luigi Bersani): polemica nel partito

Dopo il caso del sovrapprezzo di un euro per l'aggiunta di origano, altri imbarazzi per le feste del Pd. L'epicentro della nuova vicenda è Bologna, dove il 20 settembre Pier Luigi Bersani chiuderà la kermesse del popolo democratico. Una rivincita, per Pier: a Bologna il palcoscenico finale spetterà a lui, in primissima linea nell'opposizione a Matteo Renzi. Certo, a Bologna sfileranno anche esponenti più vicini al premier, ma come detto il "gran finale" è tutto per lo smacchiatore di giaguari frustrato. Sono rossi, a Bologna, anzi rossissimi. Tanto che in vista dell'arrivo di Bersani, il popolo democratico delle due torri, ha pensato di produrre un manifesto assai peculiare. Un manifesto in pienissimo stile sovietico. Il concorso per la "migliore locandina", infatti, è stata vinto dal ritratto di Lilia Birk, un famoso poster sovietico, appunto, di Aleksandr Rodchenko. Un manifesto, quello che potete vedere nella foto, assai nostalgico: la nostalgia della falce e del martello. Un manifesto contro il quale si è scatenato Marco Lombardo, renziano di ferro, che su Twitter ha scritto: "Bentornata Madre Russia. I dibattiti sarenno in russo con i sottotitoli in cirilico?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    20 Agosto 2015 - 18:06

    Pure i manifesti sono filosovietici. Di fronte al fanatismo il Papa diventa rosso, Mussolini ha la tessera PD... curatevi.

    Report

    Rispondi

  • marioangelopace

    09 Agosto 2015 - 21:09

    Beh, la FIAT ha rifatto la 500...

    Report

    Rispondi

  • eziocanti

    09 Agosto 2015 - 10:10

    Povero Bersani, è morto e non lo sa ancora ! Sveglia DEM-enti trinariciuti !!!

    Report

    Rispondi

  • krgferr

    08 Agosto 2015 - 11:11

    E' come se il contadino, visto che a volte il trattore si guasta, decidesse di ritornare all'aratro tirato dalla moglie. Saluti. Piero

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog