Cerca

Verso il voto 2016

Giovanni Toti lancia l'appello a Lega e Fratelli d'Italia: "Alle Amministrative solo candidati unitari, sennò perdiamo"

Giovanni Toti lancia l'appello a Lega e Fratelli d'Italia: "Alle Amministrative solo candidati unitari, sennò perdiamo"

Non ci sono dubbi secondo Giovanni Toti che le elezioni amministrative del 2016 saranno un test fondamentale per capire se esiste una coalizione di centrodestra e se questa è in grado di battere il Partito Democratico di Matteo Renzi. Da qui a un anno ci saranno città come Milano, Torino, Napoli e Bologna, per citarne alcune, chiamate a rinnovare il sindaco e il consiglio comunale oggi a guida marchiata centrosinistra. Toti vuol essere ottimista, sono centri "espugnabili" ma a una sola condizione: che il candidato sindaco in ogni situazione sia appoggiato da tutti i partiti della coalizione, Lega compresa: "Sono i sondaggi che a dirci che se corressimo uniti Milano e Napoli sono espugnabili, e che Bologna il Pd non vincerà al primo turno. Le regionali - dice Toti a Repubblica - ci hanno insegnato che dove corriamo uniti, come in Liguria e in Veneto, vinciamo". L'avvertimento agli alleati è chiaro: "Lega e Fratelli d'Italia vogliono vincere o abbaiare alla luna? Vogliono governare o prendere mezzo punto in più per farsi belli?". Non include Ncd nella coalizione, ma Toti di fatto non chiude la porta: "Spero che decida presto il proprio percorso", solo fuori dal governo Renzi sarebbero accettati anche da Salvini e Meloni.

Le città - I problemi però non mancano, l'accordo tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini su diversi fronti sparsi per l'Italia sembra ancora lontano. A cominciare da Bologna, dove la Lega ha già intenzione di candidare una propria candidata e Toti rilancia con uno proprio. E poi c'è Milano, dove Salvini ha già salutato con favore l'ipotesi Paolo Del Debbio: "Sarebbe un ottimo candidato - dice Toti - ha una storia di vicinanza al Cavaliere ed è molto popolare, ma è venuto il momento di sciogliere la riserva: se dice sì, squilli la tromba. Se non ci sta, lo dica chiaramente e ci si metta subito a lavoro". 

Primarie - Il caso di Bologna, con il centrodestra potenzialmente in corsa con due candidati, rischia di rimanere una spina nel fianco di chi tra Forza Italia e gli altri partiti sta lavorando per rimettere insieme i cocci di una coalizione sbiadita. Secondo Toti il candidato unitario è l'unico approdo pensabile, il come è ancora da discutere: "O troviamo un candidato che unisca tutti o facciamo le primarie", per quanto in effetti sono anni che le primarie vengono agitate quasi come uno spauracchio nel centrodestra. Toti infatti frena subito dopo: "Non dico che debbano farsi per forza, ma possono essere uno strumento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • brunicione

    26 Agosto 2015 - 00:12

    Berlusconi deve sistemare i suoi uomini e le sue donne, ecco perché rifiuta le primarie.

    Report

    Rispondi

  • depalma52

    22 Agosto 2015 - 19:07

    Se il grande Salvini nn scende a compromessi con Toti e Meloni , ma i due in questione , accettano in todo tutto il programma di Salvini , allora ci sara' una grande vittoria della destra e quindi......RUSPA X QUESTA SINISTRA MALEDETTA !!

    Report

    Rispondi

    • Chry

      25 Agosto 2015 - 13:01

      ahahah... si con i giocattoli.

      Report

      Rispondi

      • itas50

        25 Agosto 2015 - 17:05

        ridi ridi.....che fra non molto sentirai i denti della pala premerti sul culo !!

        Report

        Rispondi

  • miraldo

    22 Agosto 2015 - 18:06

    A Milano Bologna e Torino ci vuole un candidato della Lega altrimenti la sinistra vince comodo.

    Report

    Rispondi

  • tingen

    22 Agosto 2015 - 17:05

    Assurdo che dopo 20 anni, il destino del centrodestra debba essere ancora condizionato dall'80enne Berlusconi e da Forza Italia un partito in declino. Ma basta. Salvini e Meloni prendano in mano il centrodestra e facciano le primarie.

    Report

    Rispondi

blog