Cerca

La rilevazione sui partiti

Scenari Politici: per la prima volta il Pd sotto il 30%, su Grillo

Beppe Grillo

Beppe Grillo

Se ad agosto l'attività politica è ferma, l'opinione degli elettori si sposta. E anche di molto. La prova? Nel sondaggio pubblicato da Scenari Politici e ripreso da Beppe Grillo nel suo blog emerge che il Pd per la prima volta dopo molti mesi è tornato sotto il trenta per cento. Il partito di Renzi viene dato al 29% staccando di meno di tre punti il Movimento Cinque Stelle che si ferma al 26,1%.  Con il 16,1%, sempre secondo il sondaggio, la Lega si piazza al terzo posto e si conferma leader della coalizione di centrodestra con Forza Italia ferma al 10,9%. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pegaso1048

    23 Agosto 2015 - 11:11

    Vince questo, perde quello, non perde mai Nessuno, il mercato delle Vacche! L'unica che perde è la Gente seria e coerente e che ha delle riserve ad andare all'Estero( non che loro siano migliori, un po' si) per la squallida e miserevole immagine che questa Classe politicante cialtrona e famelica ha consolidato!!

    Report

    Rispondi

  • jackie

    jackie

    23 Agosto 2015 - 07:07

    Renzi e' minacciato fortemente dai "contrarians", cioe' da tutte quelle forze e opinioni che lo manderebbero al macero. Possiamo enumerare: la sinistra del Piddi', i Pentastellati, la Lega, Fratelli d'Italia, l'elettorato di Forza Italia e perlomeno il 50% di quelli che boicottarono il voto. E' probabile che il gerarca Renzi venga spazzato via, se non da libere elezioni, da un colpo di stato.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    23 Agosto 2015 - 00:12

    Ma va là!!Il 30%?Se mai sarà sotto il 23%....E con tutte le caz***te che sta facendo anche meno.Temo che andrà a tenere compagnia a FI. Ma qualcuno di voi gira tra la gente?

    Report

    Rispondi

  • agosman

    22 Agosto 2015 - 22:10

    Se Salvini fosse in buona fede con quello che dice cercherebbe un compromesso con il M5S che, stringi stringi non dice cose molto diverse. Solo che Salvini non lo può fare perché gli piacciono i soldi del finanziamento publico e i mega stipendi della politica politicante e inconcludente. Per questo in caso di ballottaggio i leghisti sinceri voteranno in massa M5S e non certo il PD. Scommettiamo?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog